Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargarò: "Non mi è piaciuto il gesto degli uomini Ducati verso Martin"

"Io multato per aver leso l'immagine della MotoGP in Qatar, loro hanno fatto lo stesso. Martin? Nessuna tattica strana, Pecco aveva strada libera per fare il giro ma non l'ha fatto.  Un peccato non potermi godere il GP di Valencia per il dolore, spero Vinales porti Aprilia alla vittoria"

MotoGP: Aleix Espargarò: "Non mi è piaciuto il gesto degli uomini Ducati verso Martin"

Share


Gioie e dolori, è il caso di dirlo, nel venerdì di Aprilia. Se da un lato il miglior crono nelle libere di Vinales innalza le aspettative della casa di Noale di poter chiudere la stagione con una nota positiva, magari anche una vittoria ,sfuggita a Vinales per ben tre volte, dall'altro Aleix non sembra ancora essere in condizioni ottimali. Lo spagnolo avrebbe voluto godersi l'ultimo appuntamento di una stagione che lo ha visto primeggiare a Silverstone e a Barcellona, ma la frattura al perone lascia poche speranze di poter affrontare il circuito del Ricardo Tormo al pieno delle sue forze. Dopo il mea culpa di Aleix a seguito del gesto in Qatar su Morbidelli, non manca poi una stoccata al comportamento del team manager di Ducati Davide Tardozzi, che si è messo davanti alla moto di Jorge in pitlane al termine delle FP2, giudicato dallo spagnolo altrettanto lesivo dell'immagine di questo sport.

"Non mi aspettavo di sentire così tanto dolore - racconta Aleix - In questo momento mi verrebbe da dire che al 99% non sarei in grado di fare più di 4 o 5 giri. Mi manca la forza e non riesco a piegare a sinistra, per compensare uso i freni e questo è ciò che ha causato la mia caduta, è stata interamente colpa mia. Siamo veramente sfortunati perchè su questo tracciato la maggior parte delle curve sono proprio a sinistra, ma la moto è veramente veloce come ha dimostrato Maverick. Mi rattrista questa situazione, non me l'aspettavo".

Ieri avevi detto che dopo le FP1 avresti deciso se proseguire o meno il weekend.
"Se dovessimo correre un'altra gara la prossima settimana mi fermerei, ma è l'ultima gara della stagione quindi chi se ne frega. Domattina mi divertirò in qualifica, sono pochi giri in fondo".

Che tentativi hai fatto con la clinica mobile per alleviare il problema?
"Non ho solo molto dolore al muscolo, ma anche nel punto della frattura quando metto forza nella gamba per piegare. Abbiamo provato con delle infiltrazioni, il centro medico quest'anno ha fatto un grande passo in avanti ecstanno facendo un lavoro incredibile, ma in questa situazione non possono certo essere dei maghi".

Se non fosse stato per l'infortunio avresti potuto essere competitivo come il tuo compagno di squadra.
"Purtroppo però in Qatar Oliveira ha mancato una curva.. ma sarei davvero felice di vedere Maverick centrare la sua prima vittoria con l'Aprilia qui a Valencia e chiudere la nostra stagione con una nota positiva. In qualifica cercherò di fare del mio meglio ma la vedo difficile nelle mie attuali condizioni".

Un problema anche in vista dei test di martedì.
"Si, ma a quelli penseremo dopo, qui mi sarebbe piaciuto lottare per un podio".

Cosa ne pensi della tensione della sfida tra Martin e Pecco oggi in pista?
"Sinceramente non ho visto alcuna tattica strana da parte di Martin, nulla al di fuori della norma se non il tentativo di mettergli pressione addosso. Alla fine dei giochi se analizzi le cose in prospettiva, Pecco aveva strada libera tra lui e Quartararo per fare un buon giro, ma non l'ha fatto. Ciò che invece non mi è piaciuto è stato vedere gli uomini Ducati davanti alla moto di Jorge. Ciò che ho fatto in Qatar è stato pessimo, sono stato giustamente sanzionato e mi è costato 10.000 euro, ed una delle ragioni è stata che avevo danneggiato l'immagine della MotoGP, e loro hanno fatto lo stesso".

Articoli che potrebbero interessarti