Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "sono arrabbiato, in Q1 per una bandiera gialla"

"Le sensazioni sulla moto? Non buone come in Malesia, ma oggi le Ducati erano in difficoltà. È stato un turno sfrotunato, domani dovrò cercare di correre ai ripari "

MotoGP: Bastianini: "sono arrabbiato, in Q1 per una bandiera gialla"

Share


Reduce da una catartica vittoria in Malesia, dopo una stagione difficile all'insegna degli infortuni, per Enea Bastianini il venerdì del Qatar è iniziato con lo smacco di un giro veloce cancellato da una delle numerose cadute nella sessione di libere. Complici le condizioni dell'asfalto non ottimali e delle temperature diverse da quelle a cui sono solitamente abituati ad affrontare i piloti in questo appuntamento del campionato, le bandiere gialle ne hanno così vanificato gli sforzi. "Sono arrabbiato perché ho perso un buon giro - esordisce Enea, 18° e in Q1 domani - Con la gomma morbida su questo tracciato puoi fare massimo un giro, poi dopo la bandiera ho perso un altro giro per la caduta di Zarco di fronte a me per cui ho dovuto chiudere il gas. Ci ho riprovato in seguito ma la moto perdeva molta aderenza e non sono riuscito a ottenere un buon risultato".

Che sensazioni hai avuto oggi sulla moto? Le stesse della Malesia?
"Non buone come in Malesia, più simili a quelle degli altri circuiti a esser sinceri. I problemi nel mio caso specifico non sono enormi, ma oggi abbiamo visto tutte le Ducati abbastanza in difficoltà. Quando però la velocità è arrivata il giro veloce stava arrivando di conseguenza, purtroppo però oggi non è stato sufficiente per rientrare nella Q2. E' stata una sessione sfortunata quindi domani dovremo cercare di correre ai ripari".

Come sono le condizioni del tracciato?
"E' davvero al limite in alcuni settori, anche se a fine giornata le condizioni sono migliorate, penso che domani vedremo degli ulteriori miglioramenti nelle prestazioni".

La Michelin qui portava una opzione in più per le gomme, che idea ti sei fatto?
"Cercare di capire le prestazioni delle varie opzioni è stato uno dei punti focali di questa prima giornata di prove, sopratutto per quanto riguarda l'anteriore, per cui alcune opzioni sono assolutamente da scartare. Per il posteriore ci stiamo facendo ancora un'idea, purtroppo mano a mano che i piloti giravano le condizioni dell'asfalto cambiavano e quindi è stato difficile avere un'idea chiara, ne sapremo di più domani".

Articoli che potrebbero interessarti