Tu sei qui

SBK, Iannone è tornato: "Girerei anche di notte con i fari, voglia incredibile"

"Oggi ho pensato solo a divertirmi, la Ducati SBK mi piace molto. Il limite è elevato e questo fa piacere. L'interesse verso di me? Fa piacere ma è anche una responsabilità"

SBK: Iannone è tornato: "Girerei anche di notte con i fari, voglia incredibile"

Share


Andrea Iannone è finalmente tornato in sella ad una moto da gara e l'ha fatto oggi a Jerez per il primo test in SBK. La nuova avventura con la Ducati di GoEleven è iniziata con un riferimento di 1'41'922. Letto così, senza sapere cosa c'è dietro questo numero, potrebbe sembrare deludente, ma la realtà è molto diversa. Andrea oggi ha completato solo una ventina di giri prima che la pioggia interrompesse il suo test, ha utilizzato solo la copertura più dura messa a disposizione da Pirelli e di certo non era a caccia del tempone. 

Ma il tempone è arrivato lo stesso ed è soprattutto il suo sorriso al termine della prima giornata a tranquillizare ed a convincerci di poter affermare con sicurezza che The Maniac è tornato. Il talento non si perde, quella innata propensione che serve a gettare il cuore oltre l'ostacolo non è andata perduta in questi 4 anni e Iannone è ancora uno spettacolo da vedere in moto. Certo, deve riprendere quegli automatismi che gli serviranno per spingere davvero al limite, ma se il buongiorno si vede dal mattino, siamo sereni nello scrivere che questa avventura di Andrea in SBK è iniziata benissimo. 

"Abbiamo bisogno di più tempo per capire tante cose di certo - ha commentato Iannone - ma le mie sensazioni al ritorno su una vera moto da gara sono buone di certo. Non mi aspettavo nulla di diverso, ma so che sarà difficile tornare davvero ad altissimo livello. Ma adesso voglio solo godermi la moto, le gomme, capire tutto al meglio. Oggi però non abbiamo avuto davvero molto tempo".

Era la prima volta per te su una Ducati in configurazione SBK. 
"Ho sempre provato solo moto di serie, giusto per divertirmi, ma neanche tantissimo. Penso che oggi le condizioni quando abbiamo iniziato fossero un pochino critiche. In alcune curve c’era il bagnato a terra, ma è anche diverso rispetto al passato. Ricordo che prima qui a Jerez si asciugava prima, o almeno ricordo così. Le sensazioni sono state buone, la prima impressione generale è stata davvero buona. Domani magari con il sole sarà più interessante, prenderò più informazioni e potrò spingere di più. Oggi ho usato solo gomme dure, non dovevo spingere".

Sei ancora sicuro della tua scelta di GoEleven?
"E’ un buon compromesso secondo me. Abbiamo avuto un bel pacchetto da Ducati e Go Eleven è una bella squadra, secondo me questa era la mia migliore opzione per tornare. Avevo diverse opzioni sul tavolo, ma volevo tornare con Ducati. Ho ottimi rapporti con loro e penso che sia importante per me, visto che vengo da tanti anni di stop lontano dalle gare. La vedo una bella scelta".

Cosa volevi da questa giornata?
"Solo divertirmi, basta. Unico obiettivo realistico per me è questo".

Hai suscitato un interesse enorme, ti fa piacere questa cosa? 
"Mi fa molto piacere sicuramente che c’è interesse nei miei confronti, che ci siano anche aspettative importanti. Da un lato sono belle, ma sono anche una bella responsabilità. Li vedo già tutti lì a vedere cosa faccio, so che in questo mondo non c’è pazienza. Però è bello sentire tutto questo calore e vicinanza dei tifosi. Spero di poter fare qualcosa di buono e bello e magari avvicinare persone a questo campionato, è uno dei nostri obiettivi".

Come primo impatto, ti sembra dura la SBK?
"Io non posso ancora giudicare quanto sia facile o difficile. Ho fatto solo 20 giri in una situazione critica e so che per me sarà già difficile tornare in moto. Pensa il resto..difficile dare dei giudizi, non sono neanche mai in pista a pari condizioni con gli altri. Non sono ancora al livello giusto per confrontarmi. Secondo me non è per niente facile la SBK, come non lo è nessun tipo di gara. Sono sempre difficili. Altrimenti si sarebbe chiamato solo divertimento, ma se vuoi ottenere dei risultati in questo sport serve impegno, devi lavorare tanto. Vediamo, non dobbiamo avere aspettative o fretta. Essere tranquilli è la cosa importante. Penso che Ducati abbia fatto un ottimo lavoro e la moto mi piace, come prima impressione è una moto bella. Non guido moto da corsa da tanto tempo, quindi sembra che il limite sia molto lontano da dove sono io adesso e questa è una cosa buona".

Come ti sentivi stamattina nel box?
"Sono uno sincero, anche quando non parlo si capisce dal mio viso quello che provo. Ero contento di essere qui. L’unica cosa che mi dispiace un po’ è aver buttato via questa giornata per la pioggia, spero domani sia meglio. Io ho aspettato tanto questo momento e non è il massimo. Però va bene così. Per la voglia che ho di girare io, accenderei i fari e starei in pista. Ma so che è così e basta esserci".

Ti piace lavorare con i ragazzi di GoEleven?
"Tutto è bello in GoEleven. Sono contento, è stata una scelta ponderata e penso che sia una squadra adeguata ad un livello importante, che può puntare a fare determinate cose. Come in tutte le cose nuove ci sono delle cose da migliorare e lo faremo. Ma siamo ad un buon punto, abbiamo tempo da qui alla prima gara. La cosa importante è che umanamente ho incontrato delle persone belle, umili. E’ una famiglia, un’atmosfera molto bella. Spero che riusciremo a divertirci e dare a loro qualcosa che magari non hanno mai avuto. Vorrei dargli qualcosa. Sono contento di loro".

Dal punto di vista della preparazione fisica, come ti senti?
"Non si è mai troppo preparati, ma se c’è una cosa che non ho mai smesso di fare è allenarmi. Sono pronto a qualsiasi cosa, però devo aspettare. Io da solo sono pronto, con la moto dobbiamo completarci. Ci vuole un po’ di tempo e chilometri ma bene".

E da quello mentale?
"Dal punto di vista mentale sono tranquillo e felice di essere qui. Sono più grande e maturo di prima e questo fa tanto. Magari sono anche invecchiato, 4 anni sono tanti. Ma siamo qui".

Ti senti libero ora?
"Mentre entravo in pista ho solo pensato a divertirmi. Just fun. Dopo la prima gara saprò se sono libero o sono incastrato".

Articoli che potrebbero interessarti