Tu sei qui

MotoGP, Martin si prende la FP2 davanti a Vinales e A. Espargarò, poi cade. 7° Bagnaia

Lo spagnolo precede Maverick di 98 millesimi, 4° Zarco seguito da Marini e Bezzecchi, 8° Quartararo. In Q1 Marc e Alex Marquez, Morbidelli, Miller, Bastianini e Di Giannantonio

MotoGP: Martin si prende la FP2 davanti a Vinales e A. Espargarò, poi cade. 7° Bagnaia

Share


Jorge Martin concede il bis nella FP2 di Buriram con tanto di caduta. Nel finale lo spagnolo ha infatti siglato il crono di 1’29”826, che gli ha consentito di soffiare la prima posizione a Maverick Vinales per soli 98 millesimi.

Poco dopo aver terminato il suo hot lap, l’alfiere Pramac è stato vittima di una scivolata in curva 3, costringendolo di fatto a chiudere in anticipo il turno. Nessuna conseguenza per Jorge, che guida il gruppo davanti all’Aprilia di un super Maverick mentre terza è l’altra RS-GP, ovvero quella di Aleix Espargarò.

Nei piani alti compare anche la Ducati di Zarco, autore del quarto tempo, incalzato dal duo Mooney VR46 formato da Marini e Bezzecchi. In Q2 domattina troveremo anche Pecco Bagnaia, che si è lasciato alle spalle un problema al freno ad inizio sessione.

Il campione del mondo è settimo a 243 millesimi dal diretto rivale per il titolo poi la Yamaha di Fabio Quartararo. Nei dieci anche Binder e Augusto Fernandez mentre Marc Marquez è il primo degli esclusi dall’accesso diretto in Q2 per soli 65 millesimi.

Come si evince dalla classifica i tempi sono contenuti perché in mezzo secondo troviamo ben 18° piloti. Dalla Q1 dovranno passare anche Morbidelli, Miller e Di Giannantonio, così come Alex Marquez ed Enea Bastianini, in ritardo di un secondo.

Finisce qua con Martin il più veloce di tutti e 18 piloti in mezzo secondo. 

16:00 Bagnaia prende bandiera e il suo turno finisce qua. In pista ci sono però ancora altri piloti in attesa di finire il giro. Marini sale in quinta posizione.  

15:58 SuperMartin: 1'29"826 per lo spagnolo che porta la Ducati al comando a due decimi dal record della pista. Incredibile poi: l'alfiere Pramac cade in curva 3 e finisce qua il suo turno. Aleix Espargarò è invece terzo mentre Bagnaia è settimo alle spalle di Bezzecchi. Marquez, Di Giannantonio, A. Marquez e Morbidelli sono tutti fuori dai primi dieci. 

15:56 Si torna ora in pista con Quartararo davanti al gruppo. C'è poi un trenino formato da Di Giannantonio, Marquez e Augusto Fernandez. 

Adesso sono tutti fermi ai box: mancano 5 minuti e saranno 300 secondi di fuoco per decidere chi andrà direttamente o meno in Q2!

15:54 Bagnaia chiude il giro in sesta posizione a 252 millesimi da Vinales. 2° Bezzecchi poi Zarco e Binder. Fuori dai dieci ci sono Aleix Espargarò, Di Giannantonio e Bastianini, attualmente ultimo.

15:53 Marc Marquez chiude il giro in decima posizione mentre entrambe le Yamaha sono per ora presenti in top ten. C'è però in pista Bagnaia, che accende un casco rosso al primo settore. 

15:52 Adesso è Bezzecchi che va all'attacco e ottiene il secondo tempo a 110 millesimi da Vinales, che resiste al comando. Bagnaia è 19°, Bastianini 21°.

15:50 Super Vinales: si riprende la prima posizione in 1'29"294 davanti a un sorprendente Zarco, che è secondo! 4° Martin seguito da Quartararo. 

15:48 Binder fa decollare la KTM in 1'30"247 rifilando sette millesimi a Vinales, ora secondo dietro al sudafricano. Nel frattempo Morbidelli accende due caschi rossi. 

15:47 Oliveira in pista per il gran finale di questa FP2. Entra ora Martin mentre Bagnaia è ancora al box in attesa di cambiare la gomma. 

Ecco la classifica a 15 minuti dal termine con Vinales a guardare tutti dall'altro con la sua RS-GP.

15:45 Ultimi 15 minuti di sessione a Buriram: adesso dovrebbe accendersi la sfida per la top ten con l'obiettivo di garantirsi un posto diretto in Q2 per sabato mattina. Fuori dai dieci abbiamo Marini, Bezzecchi, Marquez, Bagnaia, Morbidelli e Bastianini. 

15:41 Bastianini guadagna due posizioni ed è 18° dietro a Mir, 16° Oliveira con l'unica Aprilia fuori dalla top ten. 

15:40 Mancano soli 20 minuti al termine di questa FP2. Molto bene l'Aprilia con Vinales al comando delle operazioni. Uno degli aspetti che stanno aiutando Maverick è la stabilità della moto in ingresso curva come dichiarato da Bonora. Aleix è invece quinto, settimo Raul Fernandez. 

15:35 Di Giannantonio sale in cattedra e si prende la seconda posizione per soli 91 millesimi da Vinales. In pista c'è anche Martin, attualmente settimo mentre Bagnaia è 13° dietro a Morbidelli a 489 millesimi dal vertice. 

Nel frattempo Tardozzi ha confermato a Sky che Bagnaia ha avuto un problema all’impianto frenante ad inizio turno e di conseguenza lo hanno cambiato. Occhio poi a quanto accaduto a Marquez: il 93 è stato colpito da un copridisco dopo che Martin ci è passato sopra. Il 93 è tornato ai box toccandosi la spalla dolorante. Nessun problema per l'alfiere Honda, tornato di nuovo in azione dopo pochi istanti. 

15:30 Mancano 30 minuti alla fine, siamo esattamente a metà sessione. Ecco la classifica con Vinales e l'Aprilia a dettare il ritmo seguiti da Marquez e Ducati con Binder terzo. 

15:27 Vinales sta accendo caschi rossi in ogni settore e chiude in testa l'ultimo giro in 1'30"613. Siamo a un secondo dal record della pista di 1'29"671 che è di Marco Bezzechi, attualmente 12° dietro a Pecco Bagnaia. 

15:25 Ci stiamo avvicinando a metà sessione: Bastianini è in fondo al gruppo. Serve un segnale da parte di Enea preceduto dalla KTM di Miller.  

15:22 Bagnaia perde in questo momento una posizione, diventando sesto poiché sopravanzato da Morbidelli con la Yamaha. Tra i primi dieci anche Marini e Bezzecchi mentre l'unica Ducati fuori è quella di Zarco, soltanto 13° dietro all'Aprilia di Aleix Espargarò, a cui si aggiunge quella di Bastianini. 

15:20 Grandissimo balzo di Binder: da ultimo a secondo a soli 4 millesimi dal crono fissato da Alex Marquez. 

Meno di 45 minuti al termine: ecco un rapido sguardo alla classifica con Alex Marquez sempre davanti a tutti con la Ducati di Gresini.

15:15 Bezzecchi accende un casco rosso nel T1, ma poi perde tutto nel secondo settore. L'alfiere Mooney VR46 è nono: davanti a lui c'è Jorge Martin, dietro Marc Marquez. Al momento in un secondo troviamo racchiusi ben 20 piloti. Fuori dalla top ten le Aprilia di Vinales e Aleix Espargarò.

15:13 Bagnaia chiude il suo primo giro in 1'31"102 a 374 millesimi dal crono di Marquez. Bastianini è invece 20° alle spalle della KTM di Miller. 

15:10 Alex Marquez mette la propria Ducati davanti al gruppo in 1'30"728 seguito da un sorprendente Quartararo a 79 millesimi, secondo davanti a Di Giannantonio. 

A quanto pare Bagnaia si è fermato per un problema legato alla leva del freno. Sono state sostituite pinze e dischi. Il pilota Ducati è ripartito ora. 

15:08 Grazie al crono di 1'30"835, Fabio Quartararo si prende la leadership davanti a Di Giannantonio per soli 99 millesimi. Martin è quinto alle spalle di Nakagami, 7° Bezzecchi, 8° Morbidelli. 

15:07 Di Giannantonio vola in testa al turno in 1'30"945 seguito da Alex Marquez a poco più di un decimo. Bagnaia è invece fermo al box con meccanici e ingegneri attorno alla moto per risolvere il problema. 

15:05 Problemi per Bagnaia: torna subito al box dopo nemmeno un giro. Inizia non nel verso giusto la sessione del pilota piemontese.

15:03 Primi giri di pista di questa FP2 per i piloti MotoGP. Giornata calda, ma soprattutto umida con il tasso di umidità oltre l'80%. Martin si lancia ora per il suo primo giro cronometrato. 

15:00 Ci siamo: scatta in questo preciso istante la FP2 della MotoGP a Buriram. Il primo ad uscire dalla pit lane è Nakagami. Bagnaia e Martin escono uno dopo l'altro. 

Alle ore 10 italiane, le 15 qua in Thailandia, scatterà la FP2 della MotoGP a Buriram. C’è grande attesa per quella che sarà la sessione conclusiva del venerdì dopo che al mattino Jorge Martin ha messo tutti in riga con la sua Ducati.

Dietro di lui si è inserita l’Aprilia di Vinales mentre Bagnaia non è andato oltre il decimo crono a circa un secondo dal portacolori Pramac. Si aspettano poi segnali di riscossa da parte di Bastianini, Bezzecchi Marini e Marc Marquez, tutti fuori dalla top ten al mattino.

QUI il riassunto di quanto accaduto stamani nel primo turno di libere.

Articoli che potrebbero interessarti