Tu sei qui

MotoGP, Di Giannantonio sogna il testimone di Marquez: è all in su Honda per il 2024

Con la conferma di Lecuona in Superbike il cerchio si restringe: a Buriram è atteso un incontro tra Diego Tavano, manager di Fabio, e Alberto Puig con la speranza che l’affare vada in porto

MotoGP: Di Giannantonio sogna il testimone di Marquez: è all in su Honda per il 2024

Share


La conferma di Iker Lecuona in Superbike ha di fatto ristretto il cerchio. Lo spagnolo sembrava infatti essere uno dei candidati per sostituire Marc Marquez nel team ufficiale in MotoGP il prossimo anno, ma alla fine non sarà così.

HRC ha deciso di trattenere l’iberico nell’altro paddock, portando avanti il lavoro di sviluppo con la CBR 1000 RR-R. A questo punto HRC ha due vie percorribili: puntare su Di Giannantonio, attualmente sul mercato, oppure scegliere un giovane dalle categorie inferiori che però non ha esperienza in MotoGP. A dir la verità ci sarebbe anche una terza via, ovvero provare a fare rompere un contratto a uno dei piloti della top class, ma la pista pare poco percorribile.

Una cosa è comunque certa: Honda è ora con le spalle al muro e qualcosa sarà necessario fare a breve. Proprio per questo motivo nel weekend è previsto un incontro tra Alberto Puig e Diego Tavano, che cura gli interessi del pilota capitolino. Il sogno di Diggia è quello di raccogliere il testimone lasciato da Marquez in HRC e l’obiettivo del manager è proprio quello di definire l’affare a breve.

Con ogni probabilità a Buriram si deciderà il futuro della sella ufficiale Honda per il 2024. Chissà mai che non sia la volta di un italiano. L’ultimo è stato Andrea Dovizioso nel 2011 assieme a due leggende come Pedrosa e Stoner.

Articoli che potrebbero interessarti