Tu sei qui

MotoGP, Zarco: "Vincere a Phillip Island simile al primo titolo in Moto2"

"Ho aspettato entrambe le vittorie per tanto tempo, ora sento meno stress. Mi farà fare il click per essere più veloce? Non so, voglio solo finire al meglio il mio capitolo con Ducati"

MotoGP: Zarco: "Vincere a Phillip Island simile al primo titolo in Moto2"

Share


Johann Zarco in Australia ha rotto l’incantesimo, quello che per 120 Gran Premi non gli aveva permesso di vincere in MotoGP. Il francese ci era spesso andato vicino, ma gli era mancato quel guizzo che a Phillip Island gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio. Ha avuto qualche giorno per godersi quella vittoria e ora, in Tailandia, in tanti si chiedono se riuscirci lo abbia cambiato.

Vedremo in pista, quella vittoria mi ha lasciato delle belle sensazioni per molti giorni - ha sorriso - Molte persone mi chiedono se mi farà fare un click per fare ancora meglio, ma non lo so. Sicuramente ho più fiducia e sento meno stress, come se fosse arrivato qualcosa di grosso e ora posso divertirmi e prendermi il tempo per mettere a posto la moto con la squadra”.

Il pilota del team Pramac ha scavato nella memoria per trovare sensazioni simili nella sua carriera.

Forse assomiglia al primo titolo, quando avevo pensato: questa è fatta, ora cosa succede? Poi avevo trovato il modo per vincere ancora - il parallelo - Le sensazioni sono simili, perché avevo vinto il campionato dopo tante gare, a 25 anni, dopo avere iniziato a correre da bambino: avevo aspettato molto, come in MotoGP, sono passate 120 gare prima di vincerne una”. 

Ora gli avversari lo vedranno in un modo diverso?

Sono stato molto felice nel vedere molti piloti congratularsi con me, erano sinceri ed è stato molto bello. Fra di noi ci rispettiamo, sapevano che potevo essere veloce, ma che a volte mi mancava qualcosa. Non penso che cambieranno l’opinione che hanno di me” la sua risposta.

Per averne altre, bisognerà aspettare cosa dirà la pista di Buriram.

“L’anno scorso ero stato abbastanza veloce nelle prove sull’asciutto e questo mi motiva, forse è una buona pista per continuare con lo stesso passo - è fiducioso Zarco - Bagnaia, Bezzecchi e Martin sfruttano molto bene la moto e mi piacerebbe fare un altro piccolo passo in avanti per essere più veloce nelle ultime gare e finire questo capitolo con Ducati nel migliore modo possibile”.

Johann non cambierà la sua routine: “ho il mio metodo e lo sfrutterò nel miglior modo possibile. Prima di pensare a vincere, devi lavorare bene dall’inizio e poi capisci se sei abbastanza veloce per lavorare sul lato mentale” ha spiegato.

Avrà ancora 4 GP per godersi la Ducati, poi lo aspetterà la Honda. Una vittoria potrà permettergli forse di credere di più in se stesso su una moto non così competitiva.

Non sarà più facile. Quella che sto facendo sarà semplicemente un’esperienza utile per prossimi due anni” ha tenuto i piedi saldi al terreno.

Articoli che potrebbero interessarti