Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: “La lotta al titolo? Comunque vada non saremo noi a vincere”

“Pecco e Martin stanno facendo un buon lavoro e spero continuino fino a Valencia, ma non voglio scegliere un team o l’altro. In Thailandia possiamo fare bene, anche se i rettilinei rendono tutto più difficile che a Mandalika”

MotoGP: Quartararo: “La lotta al titolo? Comunque vada non saremo noi a vincere”

Share


È una stagione di alti e bassi per Fabio Quartararo e la Yamaha, che dopo aver concluso in terza posizione il GP d’Indonesia sono stati protagonisti di un’altra gara incolore in Australia, chiudendo con un mesto 14° posto la gara a Phillip Island. Un’altalena di emozioni e risultati che non ha tolto la calma al campione francese, giunto in Thailandia con lo stesso approccio disteso con cui ha affrontato le ultime uscite di campionato.

“Al momento mi sento molto bene. C’è bel tempo e spero resti così per tutto il weekend, anche se non credo succederà”, è stata la prima considerazione di El Diablo, passato poi a esporre le sue aspettative per il fine settimana a Buriram: “Solitamente abbiamo una gara buona e poi una cattiva, in alternanza. Quindi qui dovremmo ottenere una prestazione al top - ha detto sorridendo - Voglio dire che dobbiamo restare positivi. Il mio principale obiettivo è quello di entrare in Q2 al venerdì, perché questo sarebbe un grosso passo avanti per noi. Abbiamo disputato una bella gara ogni volta che siamo riusciti a stare in una delle prime tre file, per questo è il mio obiettivo numero uno”.

Il precedente di Mandalika lascia ben sperare il pilota nizzardo che, meteo permettendo, potrà usare anche in Thailandia la stessa gomma hard al posteriore adoperata in Indonesia.

“Per me Mandalika è stato il tracciato con uno dei migliori livelli di aderenza e abbiamo usato lo pneumatico hard con carcassa più morbida. Se non ricordo male, anche qua c’è un buon grip e lo stesso tipo di gomma, quindi penso potremo fare bene anche in Thailandia, ovviamente - ha chiosato Fabio - La differenza tra qui e Mandalika è che abbiamo tre lunghi rettilinei, il che rende tutto un pochino più difficile, però dobbiamo cominciare nel miglior modo possibile. Il meteo sarà davvero cruciale su questo tracciato, ma sono fiducioso. È così che dobbiamo iniziare il fine settimana, concentrandoci sugli aspetti positivi”.

Una nota non troppo positiva è invece la nuova operazione a cui si è dovuto sottoporre il suo futuro compagno di box, Alex Rins, che dovrà probabilmente saltare i prossimi test a Valencia, per concentrarsi sul suo recupero.

“Prima di tutto, la salute è molto più importante delle moto, quindi spero vivamente che possa tornare con la gamba al 100% - ha osservato Quartararo - Abbiamo visto con lui e con Marc che rientrare troppo presto non è mai un bene, quindi credo non sarà un grandissimo cambiamento né per lui né per noi, se non potrà partecipare ai test a Valencia. La cosa più importante è che lui sia al 100%”.

In questa ultima fase di stagione si è fatta sempre più appassionante la lotta per il campionato tra Francesco Bagnaia e Jorge Martin, con Pecco che vanta un margine di 27 punti nei confronti del compagno di marchio, dopo l’azzardo compiuto in Australia dal pilota del team Pramac. Una battaglia avvincente, ma su cui il transalpino preferisce non fare pronostici.

“Sarà divertente. È tutto ciò che posso dire, perché non voglio scegliere un team o l’altro. In qualunque caso, non saremo noi (a vincere ndr) - ha concluso - Comunque mi divertirò, perché è sempre bello vederli, stanno facendo entrambi un buon lavoro e speriamo continuino fino a Valencia”.

Articoli che potrebbero interessarti