Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "A Phillip Island il meteo è un'incognita, ma sono pronto"

Ritornato in testa al campionato, Pecco deve ora riuscire ad allungare su Martin. Bastianini sta trovando le giuste sensazioni sulla Ducati GP23: "devo ripetere le buone prestazioni di Mandalika"

MotoGP: Bagnaia: "A Phillip Island il meteo è un'incognita, ma sono pronto"

Share


Domenica scorsa, in Indonesia, Pecco Bagnaia è tornato alla vittoria e in testa al Mondiale, dopo avere perso la leadership il sabato dopo la sprint race. Non c’è però tempo di festeggiare, perché lo attende un nuovo Gran Premio, a Phillip Island. Una pista tanto bella quanto insidiosa, dove il campione della Ducati non ha mai vinto, anche se lo scorso anno era arrivato sul podio.

L’obiettivo è logicamente quello di incrementare il vantaggio su Jorge Martin, che ora lo insegue a 18 punti di distanza. Sarà una sfida complicata, anche dal meteo incerto come da tradizione sull’isola australiana.

Sono entusiasta di tornare a correre in Australia, una pista veloce dove abbiamo il potenziale per poter fare bene - Bagnaia tradisce ottimismo - Lo scorso fine settimana la mia squadra ha fatto un lavoro incredibile, mettendomi nelle condizioni di vincere dopo un inizio complicato. Per questo sono pronto ad affrontare anche l’appuntamento qui in Australia con qualsiasi condizione: come sempre l’incognita più grande sarà il meteo e le temperature saranno piuttosto basse”.

Anche Enea Bastianini è fiducioso dopo i buoni risultati a Mandalika. Lasciati gli infortuni alle spalle, il pilota di Rimini sembra stia finalmente trovando le giuste sensazioni sulla Desmosedici GP23.

Sono felice di tornare a correre a Phillip Island, questa sarà la mia seconda volta su questa pista su una MotoGP. Lo scorso anno ero partito indietro, ma a metà gara ero riuscito a fare una bella rimonta e a chiudere 5°  - ricorda la Bestia - L’obiettivo questo fine settimana sarà quello di ripetere una buona prestazione come nel weekend scorso in Indonesia. Con la mia squadra abbiamo fatto un grandissimo lavoro e in gara mi ero trovato bene. Ora l’obiettivo è cercare di essere subito veloci per poter ottenere anche un buon piazzamento in qualifica. Fisicamente non sono ancora al 100%, ma sono pronto a dare il massimo come sempre”.

Articoli che potrebbero interessarti