Tu sei qui

Ducati sfida KTM (e Triumph) nel cross: Cairoli sarà ambassador

Manca poco al ritorno in grande stile della Casa di Borgo Panigale nel mondo dell'off road con una 450 che debutterà nel 2024 e punta alla Dakar. Dalla MotoGP al cross, si rinnova la sfida con KTM

Moto - News: Ducati sfida KTM (e Triumph) nel cross: Cairoli sarà ambassador

Share


Ducati sta vivendo un periodo d'oro sia nel mercato che nello sport. Il doppio titolo piloti MotoGP e SBK del 2022 sembrava un'ipresa difficile da ripetere, ma questa accoppiata sarà presto messa a segno anche nel 2023 con l'aggiunta della ciliegina sulla torta rappresentata dal titolo in SuperSport conquistato da Bulega in sella alla Panigale V2. Un impegno immenso, che nel 2024 aumenterà con l'arrivo di Marc Marquez in Gresini e di Andrea Iannone in SBK nella famiglia Go Eleven. 

Ma nella storia di Ducati, c'è anche l'offroad e soprattutto c'è il coraggio necessario per affrontare nuove sfide. Dipende probabilmente da questo l'idea di scendere in campo anche nel cross con una 450 inedita, che magari porterà in dote anche il Desmo, icona tecnica della Casa italiana. Una sfida che sembra specchio perfetto di quanto fatto da KTM, da sempre protagonista nell'offroad ma determinata a ritagliarsi uno spazio sempre più ampio in pista, tanto da far crescere il progetto RC16 al punto da aver reso la moto austriaca una delle più veloci in pista, pronta ad affrontare ad armi pari le Desmosedici. 

Ducati e KTM si sfidano da anni sul mercato, anche se la gamma dei due brand è molto diversa. Ma l'anima racing, porta entrambe le aziende europee a voler competere, è come una sorta di vocazione naturale. Forse proprio questa voglia di sfidarsi ha convinto Ducati a scendere in 'pista' anche nel cross ed assoldare un nome decisamente di spicco e legato a KTM, come quello di Tony Cairoli. 

Il siciliano, vera leggenda del cross, sarà forse ambassador di questa avventura Ducati nel cross, mentre per il ruolo di tester è stato assoldato Antonio Lupino, che smetterà i panni del pilota a tempo pieno per dedicarsi a questa nuova sfida. Cairoli potrebbe decidere a sua volta di salire in sella, magari cimentandosi nell'italiano o in qualche wild card internazionale nel 2024 per poi puntare alla sfida nel mondiale nel 2025. Una sfida che coinvolge collateralmente anche Triumph, che è pronta a sfidare tutti nel 2024 dopo un lungo periodo di collaudi con la 450 e la 250. Anche Ducati potrebbe in futuro decidere di allargare la famiglia anche alla MX2, ma per adesso sembra concentrata sul 450. 

Sullo sfondo c'è poi lo spettro e il sogno della Dakar, competizione a cui si può partecipare solo con moto di cilindrata massima 450 cc. Nella famiglia Ducati c'è un certo Danilo Petrucci che probabilmente non vede l'ora di partecipare a sua volta a questa grande sfida nell'offroad. Forse EICMA sarà il posto giusto per osservare un primo prototipo della moto, ma per adesso non ci sono assolutamente notizie ufficiali in merito. 

Giusto per chiarirlo, l'immagine che apre questo pezzo è giusto un mockup per immaginare i colori della moto, sappiamo che è un due tempi e che non ha nulla a che fare con la Ducati da cross che vedremo prima o poi!

Articoli che potrebbero interessarti