Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "Sto iniziando a sentire di avere la Ducati in mano"

"Avevo l’occasione per tornare dove piace a me, ma quel che conta è che lascio l’Indonesia con una bella progressione. Spero di riuscire a vincere un a gara nei prossimi due-tre appuntamenti"

MotoGP: Bastianini: "Sto iniziando a sentire di avere la Ducati in mano"

Share


Enea Bastianini cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno al termine del GP di Indonesia. Il romagnolo ha infatti chiuso la gara in ottava posizione, complice un contatto all’inizio con Marquez e Miller, penalizzato poi con il long lap penalty.

Ovviamente il portacolori Ducati sperava di più, ma quel che conta sono le sensazioni.

“Sono soddisfatto a metà – ha detto – il contatto con Marc e Jack e il conseguente long lap hanno condizionato la mia gara. Avevo l’occasione per tornare dove piace a me, ma quel che conta è che lascio l’Indonesia con una bella progressione e inizio a sentire di avere la Ducati in mano. Non ho apportato cambiamenti e questo mi ha consentito di tornare a guidare come ero abituato e con quella fiducia che da tanto tempo mi mancava”.

Bastianini quindi c’è!
“Oggi c’ero! Dopo il long lap sono ripartito con calma, riuscendo a girare più veloce dei primi.  L’anteriore dura? Con la soft sentivo troppi movimenti, mentre con la hard avevo meno grip, ma riuscivo a frenare forte. Penso di aver fatto la scelta giusta”.

Infine un sogno.
“Spero di vincere una gara il prima possibile. Il lavoro che sto facendo sta funzionando, ma non voglio prefissarmi obiettivi.  Spero entro due o tre gare di conquistare una vittoria".   

Articoli che potrebbero interessarti