Tu sei qui

MotoGP, Quartararo boccia la Yamaha: "La Ducati è di un'altra categoria"

Malgrado la top 5 ottenuta nella mini gara dell'Indonesia, il transalpino ha lamentato problemi in accelerazione. A spaventarlo anche il degrado gomme

MotoGP: Quartararo boccia la Yamaha: "La Ducati è di un'altra categoria"

Share


Quinto e primo su una moto non italiana Quartararo parla delle sensazioni provate in sella alla sua M1. 
A dispetto di un avvio discreto, il prosieguo della corsa è stato in calando. “Sono partito bene, specialmente è stata buona la prima staccata, poi però ho faticato a tenere il passo degli altri. In accelerazione non ci siamo”, ha analizzato.

Alla domanda se la difficoltà a superare su questo tracciato fosse stata per lui un aiuto, il francese ha replicato sconsolato: “Per quanto mi riguarda ho subito sorpassi da Bezzecchi e Martin, alla prima curva, in uscita dalla ultima e alla 10. E’ stato frustrante vedere con quale facilità ci sono riusciti. Con Jorge ho provato a battagliare un po’ e in seguito di stargli vicino, ma era chiaramente più veloce. Le nostre moto sono di categorie differenti”.

Le perplessità del Diablo di Nizza non si focalizzano soltanto sul mezzo che ha tra le mani, ma pure sulle gomme. “Con le soft è stata dura. Hanno accusato tanto blister, per cui immagino che nella gara lunga patiranno ancora di più. Non so quale mescola verrà scelta, ma non sarà semplice. Le medie? Le ho provate solamente su pista sporca, dunque non le so giudicare. Vedremo domani mattina”.

Infine una battuta sul podio tutto Ducati, con Marini e Bez sul secondo e terzo gradino del podio nonstante reduci da un infortunio. “Hanno fatto un bellissimo GP. Davvero sorprendente. Specialmente Marco che si era fatto male più di recente”.

Articoli che potrebbero interessarti