Tu sei qui

MotoGP, Pole da sballo di Marini a Mandalika davanti alle Aprilia, 6° Martin, 13° Bagnaia incazzato

Luca realizza un giro record che gli consente di ottenere la sua prima pole in classe regina: con lui in prima fila Vinales ed Espargarò, 4° Quartararo, 7° Di Giannantonio, 8 Marquez, Bastianini soffia la Q2 a Pecco, che se ne va dal box arrabbiato

MotoGP: Pole da sballo di Marini a Mandalika davanti alle Aprilia, 6° Martin, 13° Bagnaia incazzato

Share


Una qualifica ricca di colpi di scena quella di Mandalika. Grazie al crono da record di 1’29”978, Luca Marini conquista la pole del Gran Premio di Indonesia. Un giro semplicemente perfetto quello del pilota Mooney VR46, che precede di soli 31 millesimi l’Aprilia di Vinales e di 154 millesimi quella di Espargarò.

Non manca quindi un pizzico di rammarico da parte degli alfieri di Noale, che partiranno davanti alla Yamaha di Quartararo, autore del quarto crono che apre la seconda fila. Con lui anche Binder e Martin con quest’ultimo vittima di una caduta che gli ha condizionato il turno.

Da registrare poi il settimo crono di Di Giannantonio davanti a Marquez, vittima quest’ultimo di una caduta. Nei dieci anche Bezzecchi e Miller, 11° Bastianini, che quest’oggi ha soffiato l’accesso diretto alla Q2 a Bagnaia, apparso arrabbiato tanto da lasciare il box.  

11:30 Manca un solo minuto: Marini ha la pole in mano mentre Quartararo arriva quarto sul traguardo a mezzo secondo da Luca. Dietro di lui c’è Binder

11:29 SuperMarini: 1’29”978, la pole è ora nelle mani di Luca che precede le due Aprilia mentre Martin è sesto a 764 millesimi dalla vetta. 11° Bastianini dietro a Bezzecchi.  

11:28 Vinales accende caschi rossi in tutti i settori passando sul traguardo in 1’30”009. Il miglior tempo è dello spagnolo, ma attenzione a Luca Marini, che sta facendo un super giro.     

11:30 Manca un solo minuto: Marini ha la pole in mano mentre Quartararo arriva quarto sul traguardo a mezzo secondo da Luca. Dietro di lui c’è Binder

11:29 SuperMarini: 1’29”978, la pole è ora nelle mani di Luca che precede le due Aprilia mentre Martin è sesto a 764 millesimi dalla vetta. 11° Bastianini dietro a Bezzecchi.  

11:28 Vinales accende caschi rossi in tutti i settori passando sul traguardo in 1’30”009. Il miglior tempo è dello spagnolo, ma attenzione a Luca Marini, che sta facendo un super giro.     

11:28 Marini è invece secondo a soli 33 millesimi da Aleix. E' quella di Luca per ora la Ducati più veloce! 

11:27 Caduta per Marc Marquez, vittima di una leggera scivolata. Occhio però ad un super Aleix Espargarò: 1'30"303. 

11:25 Martin compie un passo avanti e adesso è quarto a 279 millesimi da Aleix Espargarò, che nel frattempo accende un casco rosso. Anche per Marini casco rosso. 

11:23 Siamo a metà sessione: entrano Marini e Bezzecchi. Aleix Espargarò sempre al comando davanti a Vinales e ad un super Quartararo. 4° Di Giannantonio a 483 millesimi dalla vetta. 

11:22 Come un fulmine Martin è tornato al box e ha ripreso la moto. Eccolo di nuovo in pista con la sua GP23. Restano ancora fermi Marini e Bastianini

11:21 Aleix Espargarò risponde: è suo il miglior tempo ora in 1’30”501 con 97 millesimi su Vinales.

11:20 Colpo di scena: Martin cade e corre verso il primo scooter per tornare al box a prendere la seconda moto.

11:18 Vinales sigla un super giro in 1’30”598 seguito da Aleix Espargarò a soli 273 millesimi. Terzo è Quartararo mentre settimo Martin a nove decimi dalla vetta. 

11:15 Moto in pista: inizia ora il secondo e ultimo atto della qualifica di Mandalika. Di Giannantonio è il primo a transitare sotto il traguardo del primo giro con  Martin alle spalle.

11:10 Ci siamo: a breve parte la Q2 che andrà a delineare la griglia di partenza. 

11:05 In Q2 ci vanno quindi Marini e Bastianini mentre Pecco è il primo degli esclusi. Bagnaia arrabbiato, se ne va via dal box per aver mancato l'accesso alla Q2. Adesso Martin ha una grande occcasione a favore. 

11:04 Bastianini secondo! Super giro di Enea che chiude a 144 millesimi da Marini. Colpo di scena: Enea si prende la seconda posizione e Bagnaia resta fuori dalla Q2 per la prima volta in questa stagione. Da registrare nel finale la caduta di Zarco. 

11:03 Marini vola al comando in 1'30"283 con Pecco alle sue spalle per 243 millesimi. Zarco scende quindi al terzo posto seguito da Morbidelli. Occhio a Bastiani che accende casco rosso. 

11:02 Pecco chiude il suo giro e resta terzo. Al momento in Q2 ci vanno Zarco e Morbidelli. Nel frattempo Bagnaia ricomincia il suo giro per garantirsi un posto in vista della qualifica seguente. Vedremo se ci riuscirà o meno il pilota piemontese della Ducati. 

11:00 Si torna in pista con Bagnaia primo pilota in azione seguito da Mir. 

10:57 Piloti ai box. Mancano soli 7 minuti al termine della sessione

10:54 Zarco porta al comando la Ducati in 1'30"713 seguito da Morbidelli a soli 164 millesimi. Bagnaia terzo a soli  6 millesimi dal crono di Franco seguito da Marini. Ottavo Bastiani, da registrare un leggero lungo da parte di Pecco nel corso della sua seconda tornata. Bagnaia leggermente nervoso per l'errore, ora torna ai box in attesa di ripartire.  

10:50 Ci siamo: scatta ora la Q1! Moto in pista con Bagnaia il primo ad entrare 

10:40 Si è conclusa la sessione di libere con Jorge Martin autore del riferimento del turno in 1'30"998. Lo spagnolo è stato l'unico in grado di abbattere il muro dell'1'31", precedendo le Aprilia di Espargarò e Vinales, distanti meno di un decimo dalla vetta. Bene Quartararo, quarto con la prima delle Yamaha seguito da Marini, Zarco, Morbidelli e Miller.

In top ten anche Fernandez e Nakagami mentre resta fuori Pecco Bagnaia, soltanto undicesimo con oltre sei decimi di distacco dal crono fatto registrare da Martin. Il piemontese guida un quartetto italiano formato da Di Giannantonio, Bezzecchi e Bastianini. 

Alle ore 4:50 italiane, le 10:50 qua a Mandalika, si alzerà il sipario sulla qualifica del GP di Indonesia. Si preannuncia una sessione incandescente, a partire dalla Q1, dove troviamo nomi illustri come Bagnaia, Bastianini, Morbidelli, Marini e Mir.

A loro toccherà agguantare uno dei due posti disponibili per poi andare a caccia della pole in Q2. Giornata veramente calda a Mandalika con quasi 35 gradi e 70% di umidità  

Articoli che potrebbero interessarti