Tu sei qui

Beta RR Racing 2024: le enduro toscane aggiungono la RR Racing 300 2T

Per la RR Racing 300 2T abbiamo un nuovo propulsore con una doppia candela e su tutta la gamma RR Racing c'è un nuovo telaio

Moto - News: Beta RR Racing 2024: le enduro toscane aggiungono la RR Racing 300 2T

Share


È possibile migliorare le caratteristiche ciclistiche e prestazionali di una moto Campione del Mondo? Non è facile quando le moto in questione sono quelle di Steve Holcombe o Brad Freeman, ma ai tecnici Betamotor piacciono le situazioni più sfidanti ed ecco che direttamente dal reparto corse arrivano sui modelli Racing 2024 due novità raddoppiano guidabilità e potenza. Arriva infatti sul fiore all’occhiello delle Beta da competizione, RR Racing 300 2T, un nuovo propulsore con una doppia candela e su tutta la gamma RR Racing anche un nuovo telaio. Ma non solo, perché anche il 125 2T riceve un motore completamente rivisto. Completano il quadro delle nuove grafiche e una componentistica di alto livello, pronta per corse.

Beta Enduro RR 2024

Le RR Racing rappresentano la versione pronto gara dei modelli Enduro RR e si distinguono quindi, rispetto a queste ultime, per una serie di modifiche a motore, sospensioni, ciclistica e dotazione, che le rendono ideali per dare il meglio nei campi gara. Per il Model Year 2024 le novità sono certamente molto impattanti e coerenti con la filosofia costruttiva di questi modelli, offrire a tutti la possibilità di sfruttare il massimo della prestazione disponibile con il minimo dello sforzo, per dare sempre il meglio. Scopriamo quindi tutte le novità e le caratteristiche che contraddistinguono i modelli.

RR Racing 2T 300 - Il propulsore della moto pluricampione del mondo con Brad Freeman è noto nel panorama Offroad per la sua coppia e linearità di erogazione, capace di una progressione invidiabile, che sfocia in un picco di potenza estremamente generoso. Con l’introduzione della nuova testa cilindro con doppia candela queste caratteristiche sono ulteriormente migliorate: l’erogazione appare, a detta del costruttore, ancora più lineare e, nonostante la potenza massima sia aumentata, la trattabilità del veicolo è nettamente superiore. Questo risultato è stato ottenuto grazie alle due candele, che portano numerosi benefici. Determinano una migliore distribuzione dei punti di accensione del combustibile nella camera del cilindro, con una conseguente riduzione degli sprechi di carburante, efficientando il sistema e raggiungendo un livello di residuo nettamente inferiore grazie alla maggior stabilità di carburazione, a tutti i regimi di rotazione. Questo si traduce in maggior fluidità nell’erogazione. Il range di utilizzo del propulsore si è allungato ulteriormente essendo disponibile sia maggior coppia, che maggior potenza. Le due candele sono gestite con un sistema elettrico completamente separato tra di sé. Questo si traduce nel fatto che, in caso una delle due candele dovesse bruciarsi, il motore rimane comunque in grado di funzionare, anche se non nel modo più efficiente, consentendo di concludere sempre la gara o il giro in fuoristrada.

RR Racing 2T 125 - Come a più riprese ha dimostrato, Beta crede nelle potenzialità dei giovani e anche con le Racing Model Year 2024 ha deciso di evidenziarlo, proponendo un nuovo motore per le piccole ottavo di litro. Lo scopo di questo intervento è stato quello di incrementare, lungo tutta la curva di erogazione, la potenza messa in campo dal monocilindrico 125 2T, acuendo il picco massimo di cavalli messi a disposizione. Questo risultato è stato possibile grazie ad un cilindro completamente nuovo, dai condotti ai diagrammi, e ad un nuovo sistema di valvola allo scarico. Il comando valvola è stato modificato, così come la molla di contrasto e la taratura che regola l’apertura della valvola, per rendere il motore più reattivo, potente e corposo, aumentando l’esplosività della prestazione assoluta. Il nuovo motore 125cc ha quindi adesso un range di utilizzo nettamente superiore al passato, avendo guadagnato potenza agli alti regimi, senza perdere coppia in basso.

Nuovo telaio

Per quello che riguarda l’aspetto ciclistico si conferma l’adozione di forcella e monoammortizzatore Kayaba mentre la principale novità risulta essere il nuovo telaio. Tutti i nuovi RR Racing My 2024, ad eccezione del 125/200 2T, sono allestiti su di un telaio completamente nuovo. La trave del cannotto di sterzo presenta adesso una sezione maggiorata rispetto al passato (1cm), introdotta al fine di dare una maggior rigidità al veicolo, aumentandone la resistenza alla torsione e alla flessione laterale. In termini di guida questo si traduce in una maggior precisione in inserimento e percorrenza di curva dove minori flessioni consentono di aumentare la direzionalità della moto, avendo una risposta più sincera e diretta. Questa modifica principale già portata con successo in gara dal Team Ufficiale, porta con sé tutta una serie di adattamenti nei supporti, negli attacchi motore e così via, introdotti per dar seguito alle nuove caratteristiche del telaio. In aggiunta a quanto già riportato, si segnala che anche l’attacco pedane e l’attacco della pompa freno posteriore sono stati modificati. Nello specifico, gli attacchi delle pedane sono stati stretti rispetto al passato nella parte inferiore, per ridurre la possibilità che questi scavassero a terra nella percorrenza dei canali più profondi. L’attacco della pompa freno è stato invece rivisto per ospitare la nuova pompa freno Nissin. La componente rappresenta l’evoluzione del precedente modello e si distingue, oltre che per la costruzione esterna, per una maggior potenza frenante, unita ad una modulabilità migliorata (RR Racing 250/300 2T e gamma 4T).

Dato il pacchetto di novità introdotte su RR Racing My 2024, il quadro viene completato dalla dotazione di alto livello e le caratteristiche precise che distinguono questi modelli rispetto a RR.
Controllo di trazione – Gamma 4T: Il Traction Control, disinseribile in qualsiasi momento, è ormai una caratteristica fondamentale dei motori di più elevata cubatura e si ritrova quindi anche sul Model Year 2024. La gestione del controllo avviene per mezzo del consueto pulsante collocato tra il cannotto di sterzo e il serbatoio del carburante. Ospitando contemporaneamente TC e gestione mappe motore, il dispositivo di controllo accoglie due pulsanti, e due separati indicatori led per i due sistemi.
Oil mix – Gamma 2T: Si conferma anche per le RR Racing 2T My 2024 la scelta di Beta di rinunciare al miscelatore automatico per mantenere le sue moto Racing un riferimento in termini di leggerezza e, quindi, maneggevolezza. Le RR Racing 2T necessitano quindi di un pre-mix olio/benzina, caratteristica questa che contribuisce ad accentuare l’indole racing di questa versione. L’oil mix può comunque essere installato successivamente, come accessorio after-market dal catalogo Factory Parts Beta.
Sospensioni – Tutta la Gamma: Abbiamo la forcella Kayaba AOS a cartuccia chiusa ø 48 mm. La presenza delle parti interne anodizzate e i trattamenti ricevuti dai materiali fanno sì che l’attrito di scorrimento sia ridotto al minimo, mentre le consuete regolazioni della compressione e del ritorno consentono di trovare sempre la personalizzazione ottimale del setting. La taratura è stata rivista opportunamente dai tecnici Betamotor per far sì la componente possa adesso lavorare al meglio con le caratteristiche del nuovo telaio. Dietro c'è il mono Kayaba C46 RCU. Il Mono KYB può essere considerato un punto di riferimento nel contesto delle competizioni per capacità di assorbimento delle asperità del terreno, livello di trazione trasferito al veicolo e costanza di rendimento anche nell’utilizzo particolarmente gravoso, ed è completamente personalizzabile nel setting idraulico, agendo sulle regolazioni esterne di compressione (sia alle alte, che alle basse velocità) ed estensione.

Componentistica Racing – Tutta la Gamma: Il perno ruota anteriore è ad estrazione rapida: immediatamente riconoscibile dallo sgancio rapido anodizzato rosso, è fondamentale per risparmiare secondi preziosi in gara quando c’è da sostituire uno pneumatico. I nuovi paramani, sono studiati e realizzati internamente da Betamotor, e si caratterizzano per uno stampo in materiale bi componente, in rosso e blu, che oltre a donare un look Racing alla moto risultano essere particolarmente resistenti nell’utilizzo offroad più intenso. Le pedane poggiapiedi sono in ergal per avere sempre il massimo controllo e non perdere mai il contatto con la moto. Sulle RR Racing sono adottate delle pedane racing in ergal nero con pins in acciaio, caratterizzate da un’ampia superficie di appoggio. La corona è con anima in alluminio anodizzato e dentatura in acciaio by ZF Sprockets: prestazione di alto livello, leggerezza e robustezza, il mix perfetto che ogni componente racing dovrebbe avere. La sella racing dedicata è rossa e blu, con rivestimento antiscivolo e taschino portadocumenti, per il massimo del grip, comfort e funzionalità. La leva del cambio e del pedale freno posteriore sono anodizzati neri. Il tappo dell'olio cambio, tappo olio motore e tappo filtro olio sono in alluminio anodizzato rosso ed il tendicatena in ergal rossi. Chiudiamo con le nuove grafiche Racing e gli adesivi cerchi rossi e blu. Disponibilità, ad ottobre.

Articoli che potrebbero interessarti