Tu sei qui

SBK, Tom Booth-Amos e Motozoo campioni a Portimao nel World Supersport Challenge

La squadra meratese festeggia il titolo a tre anni dal debutto nel Mondiale, grazie alla tenacia del pilota britannico: “Abbiamo portato a casa l’obiettivo che ci eravamo prefissati, ma non è stato per nulla facile”

SBK: Tom Booth-Amos e Motozoo campioni a Portimao nel World Supersport Challenge

Share


Il 2023 è stato l’anno della consacrazione per il team Motozoo Me Air Racing, che ha conquistato a Portimao il titolo del World Supersport Challenge con Tom Booth-Amos. Con tredici piazzamenti in zona punti e 10 vittorie nel Challenge, il pilota britannico ha coronato un’ottima annata con il secondo posto nel Challenge conquistato in Gara 1, che gli è valso la certezza matematica del titolo in un weekend tutt’altro che semplice.

Rimasto coinvolto in un incidente con De Rosa nella prima manche di gara portoghese, dopo essere risalito dalla quindicesima alla settima piazza, Booth-Amos è stato autore di una seconda rimonta che lo ha portato a chiudere la corsa in quindicesima posizione assoluta, la seconda nel Challenge, nonostante i danni riportati dalla sua Kawasaki nella caduta. Problemi di natura elettronica lo hanno invece costretto al ritiro subito dopo il via di Gara 2.

“Abbiamo disputato una stagione fantastica, un’annata incredibile contraddistinta da numerose vittorie e culminata con il titolo. Siamo riusciti a portare a casa l’obiettivo che ci eravamo prefissati, ma non è stato per nulla facile. La squadra mi ha supportato nel migliore dei modi, già dalle prime corse di fine anno scorso, avevo capito di aver fatto la scelta giusta - ha commentato entusiasta Booth-Amos - Ora voglio solo festeggiare, è stata un’annata comunque difficile, anche a Portimao non è stato facile. In Gara 1 stavo tenendo un ritmo incredibile, poi la caduta con De Rosa ha vanificato tutto. Edwards, il mio diretto avversario nel Challenge, era là davanti, ho dovuto quindi fare una gran rimonta per poter ottenere già il titolo. Ora si festeggia, poi dovremo già pensare alla prossima stagione!”.

Non nasconde la gioia nemmeno il Team Manager Fabio Uccelli, celebrando questo traguardo raggiunto dalla squadra meratese a tre anni dal debutto nel Mondiale, grazie anche al supporto diretto di Kawasaki Europe.

“Non avevo dubbi che quest’anno saremmo stati in lizza per il World Supersport Challenge, lo avevo detto già ad inizio stagione. Abbiamo mantenuto la promessa, disputando una stagione ad altissimo livello - ha chiosato - Tom è stato fantastico, velocissimo in tutti gli appuntamenti dell’anno. Arrivare tredici volte in zona punti assoluta e lottare in tutte le gare per la Top 10, vincere 10 gare nel Challenge, sono sicuramente sinonimo di una stagione eccezionale. Noi siamo stati bravissimi a mettergli a disposizione una moto competitiva, grazie al supporto diretto di Kawasaki ma anche ad una struttura, la nostra, di primo livello. Tutti i componenti della squadra sono stati eccezionali, abbiamo dato dimostrazione di essere una delle squadre protagoniste del Mondiale. Questo ha consentito anche a Luke Power, pilota australiano diciottenne che ha debuttato quest’anno nel Mondiale, di crescere velocemente ed arrivare già in questo finale di stagione a giocarsi la zona punti assoluta”.

Non possono essere che parole al miele anche quelle spese dal Team Manager per il rookie australiano, che ha sfiorato la Top 15 in entrambe le corse, ottenendo due terzi posti nella classifica del World Supersport Challenge.

Quello che mi ha impressionato di lui è la determinazione e la voglia di crescere costantemente, non ha mai smesso di allenarsi anche nel mese di agosto. I risultati si sono visti, da settembre ha fatto un grande step di crescita, se proseguirà su questa strada sicuramente sarà uno dei protagonisti della prossima stagione - ha affermato Uccelli - Io voglio ringraziare tutte le persone, i membri della squadra, gli sponsor che ci hanno consentito di portare a casa questo grande risultato. Grazie al supporto di tutti siamo riusciti ad emergere in uno dei campionati più difficili del Mondo. Questo però per noi deve essere solo l’inizio, confermarsi sarà ancora più difficile. Ma il nostro obiettivo è quello di migliorarci ancora di più. Stiamo già pianificando la nostra attività per le prossime stagioni, vogliamo rimanere al vertice anche nei prossimi anni!”.

Articoli che potrebbero interessarti