Tu sei qui

MotoGP, Bezzecchi: “Sono quasi tornato al top della forma fisica”

Marco Bezzecchi chiude 5° il venerdì al Buddh: “Difficile frenare la moto alla prima curva. Il terzo settore della pista richiede molta precisione con varie curve in rapida successione. Sbagliandone una si rischia di compromettere l’intero giro”

MotoGP: Bezzecchi: “Sono quasi tornato al top della forma fisica”

Share


“Un venerdì tosto per le alte temperature, ma buono nel suo insieme”. Marco Bezzecchi ha descritto con queste parole la giornata inaugurale di prove della MotoGP nel palcoscenico inedito del Buddh International Circuit. Davanti a tutti nella FP1 (interlocutoria) della mattinata indiana, il portacolori Mooney VR46 Racing Team si è garantito l’accesso diretto al Q2 delle qualifiche ufficiali di domani forte della quinta posizione ottenuta nel turno pomeridiano.

L’ex Mondiale Moto2 ha fermato le lancette sull’1’45”202, quattro decimi più lento del compagno di squadra nonché primatista di giornata Luca Marini. Riferimenti cronometrici che saranno destinati ad abbassarsi ulteriormente nel momento in cui i piloti prenderanno maggiore dimestichezza con l’impianto ideato da Hermann Tilke: “Il layout mi piace. Il terzo settore richiede molta precisione presentando varie curve in rapida successione. Sbagliandone una si rischia di compromettere l’intero giro. La prima curva? In quel punto è difficile frenare la moto, infatti ho commesso diversi errori. Bisogna essere attenti onde evitare di sbagliare l’impostazione del cambio di direzione verso la seconda curva”.

Il dolore per la botta alla mano rimediata nell’incidente durante la partenza del GP della Catalogna sembra ormai un brutto ricordo: “Mi sono sentito abbastanza a mio agio sulla moto, posso dire di essere quasi tornato al top della mia forma fisica - ha affermato - avverto ancora qualche leggero fastidio, anche se nulla in confronto a Misano”.

Articoli che potrebbero interessarti