Tu sei qui

MotoGP, Zarco: scegliere Honda mi ha liberato, ora voglio solo sfruttare la Ducati

"Magari ero un po' distratto, probabilmente lo ero davvero. Adesso ho digerito al meglio la mia decisione e posso solo concentrarmi per sfruttare la moto che oggi vince, la Ducati"

MotoGP: Zarco: scegliere Honda mi ha liberato, ora voglio solo sfruttare la Ducati

Johann Zarco è reduce dall'annuncio tanto atteso ed ampiamente anticipato. Il suo futuro sarà targato Honda, dopo una bella esperienza con la Ducati prima di Avintia e poi di Pramac. Non è ancora arrivata una vittoria, ma il francese adesso che ha incassato una certezza riguardo il proprio futuro, sarà più tranquillo nel tentare di perseguire questo obiettivo. La sfida sarà impegnativa nel 2024 e 2025, ma Zarco ha preferito i due anni di contratto offerti da LCR alla proposta di Ducati che gli avrebbe garantito un posto in MotoGP per il solo 2024. 

"Ho tanta energia oggi. Ho avuto una settimana per digerire bene la mia decisione e vedere che tutto va per il meglio - ha detto Johann -  Mi sono allenato bene, di certo prendere questa decisione la settimana del Red Bull Ring mi ha liberato la mente. Mi è bastato decidere per tornare subito a concentrarmi sul presente con la mente libera. Magari ero un po’ distratto, probabilmente lo ero. Adesso invece sento che le cose vanno meglio e qui a Barcellona ho solo bei ricordi, penso che sia una pista adatta al mio stile. Vediamo cosa potrò fare fino a fine anno, questa Ducati è la moto che oggi vince e voglio solo sfruttarla al massimo fino a fine anno".

Barcellona è una delle tue piste preferite. 
"Qui adoro le curve veloci, come le ultime due. Si prende un bel ritmo, ti senti fluidi quando guidi. C’è spesso un problema con il surriscaldamento della gomma posteriore, e quest’anno correremo probabilmente con temperature più basse. Forse pioverà, ma io di solito mi adatto velocemente a queste cose".

Ormai hai corso oltre 250 GP nel motomondiale. Te lo aspettavi all'inizio?
"Aver corso tante gare nel motomondiale mi rende semplicemente orgoglioso. Quando ho iniziato pensavo solo a cercare di essere abbastanza veloce da meritare una moto per correre. Sono stato abbastanza veloce per correre 253 GP e questo mi rende orgoglioso e felice. Ricordo che quando superai le 100 gare, pensai che magari per le successive 100 avrei fatto meglio! Ed in effetti è andata così. Ho tanta esperienza adesso, ho tanti ricordi. Chiaramente mi sento ancora fresco per fare bene e voglio farlo".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy