Tu sei qui

SBK, La WEC rispolvera la rivalità tra Beatriz Neila e Sara Sanchez a Brno

La Women’s European Championship inizia da Brno la seconda metà della stagione 2023 con Beatriz Neila Santos al primo match point per il titolo e Sara Sanchez al ritorno da wild card: acerrime avversarie fino all’anno scorso e oggi compagne di squadra in 511 Racing Team

SBK: La WEC rispolvera la rivalità tra Beatriz Neila e Sara Sanchez a Brno

Archiviati i primi tre appuntamenti tra Misano, Valencia e Most, questo fine settimana la Women’s European Championship vivrà l’inizio della seconda metà della stagione 2023, di nuovo in Repubblica Ceca, facendo tappa al Brno Circuit. Dal 1950 al 2020 parte integrante del calendario del Motomondiale e per poco meno di un decennio di quello del Mondiale Superbike, i saliscendi dell’impianto ceco saranno teatro di due gare all’insegna dei motivi d’interesse. A cominciare dell’attesissimo rientro con Terra&Vita 511 Racing Team Kawasaki di Sara Sanchez, vicecampionessa in carica della WEC che per l’occasione condividerà il box con la leader indiscussa di campionato Beatriz Neila Santos, fino all’anno scorso sua acerrima avversaria.

Sara Sanchez torna nella WEC

Esatto, proprio così! Passata in questo 2023 con la medesima struttura al CIV Supersport 300, dove sta dando paga a buona parte dei colleghi “maschietti”, a circa un anno di distanza Sara Sanchez (nella foto d’apertura) tornerà a competere con le ragazze. Di fatto programmata dai primi mesi della nuova stagione, la motociclista catalana affronterà questa wild principalmente in preparazione al successivo round della serie tricolore in data 29-30 luglio prossimi in quel di Misano, ma di certo non per fare da semplice comparsa, riportando inevitabilmente in auge il “vecchio” dualismo con la connazionale Beatriz Neila Santos.

Da avversarie a compagne di squadre

Le due amiche-rivali hanno scritto pagine memorabili della serie femminile nel precedente biennio, allora sotto la denominazione di Women’s European Cup. Suonandosele di santa ragione e tenendo aperti i giochi-campionato fino all’ultima gara a disposizione, come il caso del titolo 2022 deciso soltanto per una mera questione di millesimi in favore (ancora) di Beatriz Neila Santos. Adesso si ritroveranno addirittura a pochissimi centimetri l’una dall’altra all’interno del box in seguito al passaggio della tre volte campionessa della WEC al 511 Racing Team. Un’anomalia ripensando a non troppi mesi fa, che al contempo renderà intriganti gli (eventuali) “ordini di scuderia”: con BNS36 involata verso la quarta corona della carriera, difficilmente si vorrà rischiare. Più verosimilmente si richiederà di correre in modo intelligente e nel rispetto delle regole, senza osare eccessivamente.

Beatriz Neila al primo match point

In fondo tra le due chi ha tutto da perdere è proprio Beatriz Neila Santos, reduce da quattro vittorie di fila, potenzialmente in grado di ipotecare il titolo qualora riuscisse a conservare almeno 50 punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice al termine del week-end. Malgrado la (netta) superiorità mostrata, soprattutto nella recente uscita di Most, la giovane madrilena dovrà difendersi dai tentativi di assalto dell’altra connazionale Natalia Rivera (Trasimeno Yamaha), seconda in campionato a -49, in costante crescita. Magari, perché no, con la stessa Sara Sanchez che, all’occorrenza, potrebbe rivelarsi una valida scudiera per la sua compagna di squadra...

Lotta aperta

Sconosciuto alla maggior parte delle partecipanti, l’insidioso tracciato di Brno potrebbe garantire l’occasione del riscatto alle nostre Roberta Ponziani (Roc’N’Dea Yamaha) e Sara Cabrini (Gradara Corse Kawasaki), quest’ultima fresca di vittoria nel CIV Femminile a Modena, con Aurelia Cruciani (Roc’N’Dea Yamaha) migliore delle italiane, intenta a consolidare la personale terza posizione nella classifica generale. Chi potrà intromettersi nella lotta risponde al nome di Jessica Howden (Trasimeno Yamaha), tornata a vita a Most salendo sul podio in Gara 2. Per motivi non meglio precisati, la griglia di partenza non includerà invece la coppia GP3 AD11 by FIMLA composta da Isis Carreño e Beatrice Barbera. La speranza è di rivederle in azione per le ultime due gare italiane di Mugello e Imola.

Due gare in programma

Analogamente ai precedenti tre round, a Brno si disputeranno due gare, la prima nel pomeriggio di sabato alle 16:40 e la seconda la mattina di domenica alle 11:15. Tutto, nel palinsesto dell’Alpe Adria International Motorcycle Championship.

Classifica di campionato Women’s European Championship:

1- Beatriz Neila Santos - Terra&Vita 511 Racing Team - Kawasaki Ninja 400 - 147 punti
2- Natalia Rivera - Trasimeno Yamaha - Yamaha R3 - 98 punti
3- Aurelia Cruciani - Roc’N’Dea Yamaha - Yamaha R3 - 76 punti
4- Roberta Ponziani - Roc’N’Dea Yamaha - Yamaha R3 - 71 punti
5- Isis Carreño - GP3 AD11 by FIMLA Kawasaki - Kawasaki Ninja 400 - 63 punti
6- Sara Cabrini - Gradara Corse Kawasaki - Kawasaki Ninja 400 - 59 punti
7- Ran Yochay - Celo Racing Team Yamaha - Yamaha R3 - 57 punti
8- Beatrice Barbera - GP3 AD11 by FIMLA Kawasaki - Kawasaki Ninja 400 - 32 punti
9- Lena Kemmer - Team Bertlk Racing KTM - KTM RC 390 - 31 punti
10- Mia Rusthen - Trasimeno Yamaha - Yamaha R3 - 30 punti
11- Martina Guarino - MotoXRacing Yamaha - Yamaha R3 - 29 punti
12- Jessica Howden - Trasimeno Yamaha - Yamaha R3 - 22 punti
13- Patrycja Sowa - Sowa Racing Team Kawasaki - Kawasaki Ninja 400 - 20 punti
14- Maria Saluste - Team Motoclub Sinilind Yamaha - Yamaha R3 - 6 punti

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy