Tu sei qui

SBK, La Superbike torna a Imola: un poker al buio per Bautista, Toprak e Rea sotto il solleone

L’ultima volta fu nel 2019 al Santerno: ad Alvaro il tracciato emiliano non piace, Toprak si affida alla sua Yamaha mentre Rea vorrà far valere la propria esperienza. Chi la spunterà?

SBK: La Superbike torna a Imola: un poker al buio per Bautista, Toprak e Rea sotto il solleone

Share


L’ultima immagine risale al 2019 con la pioggia che guastò i piani tanto che Gara 2 non si corse. Questa volta non ci sarà nessuna incognita meteo, perché nel weekend sono previsti quasi 40 gradi. Avete letto bene! Si preannuncia quindi un fine settimana incandescente al Santerno per il grande ritorno della Superbike a distanza di quattro anni dall’ultima apparizione.

Imola è quindi pronta ad accogliere i protagonisti della serie con Alvaro Bautista e la Ducati che stanno dettando legge in questa prima parte di stagione. A parte le Superpole Race di Mandalika e Donington, lo spagnolo ha infatti vinto tutto quello che c’era da vincere, lasciando alla concorrenza poche briciole.

Ne sa qualcosa Toprak, attualmente secondo in Campionato a ben 93 lunghezze di distacco dalla vetta. Al Santerno il turco punta a sfruttare le qualità della propria Yamaha per cercare di ottenere quella vittoria che nella gara tradizionale ancora gli manca in questo 2023. Il layout del tracciato potrebbe infatti esaltare il potenziale della R1 considerando che il tracciato emiliano piace poco niente a Bautista.

Ovviamente non bisogna fidarsi dello spagnolo, visto quanto fatto poco più di una settimana fa a Donington, dove vinse Gara 1 e Gara 2 su una pista che poco digerisce.

Oltre ai due big non dimentichiamoci dell’ultimo pilota ad aver vinto a Imola, ovvero Johnny Rea. Il Cannibale, ancora a secco di successi in questo 2023, punterà sull’esperienza con l’intento di rivelarsi la mina vagante nei piani alti della classe.

Assieme a lui vorrà provarci Andrea Locatelli, attualmente terzo nel Mondiale, così come il terzetto Ducati formati da Rinaldi, Bassani e Petrucci con quest’ultimo ringalluzzito dal primo podio in SBK ottenuto a Donington.

A caccia del riscatto andranno invece gli alfiere GRT, Gardner ed Aegerter, così come le Honda, apparse in grande difficoltà in occasione dell’ultimo round britannico tanto da rimanere fuori dalla top ten.

In casa BMW Scott Redding vorrà invece confermare i segnali di luce visti a Donington, dove con la sua M 1000 RR è riuscito a ottenere la quarta posizione, ovvero miglior risultato di questo inizio stagione.

La sfida in pista è quindi pronta ad iniziare con il mercato sullo sfondo a tenere banco. Delle trattative in atto ne parleremo molto presto.  

Articoli che potrebbero interessarti