Tu sei qui

SBK, Beatriz Neila imbattibile nella Women’s European Championship

Beatriz Neila domina le due gare della Women’s European Championship a Most e vola a +49 in campionato su Natalia Rivera. Risorge Jessica Howden, attimi di paura per Roberta Ponziani e Sara Cabrini. La cronaca del week-end

SBK: Beatriz Neila imbattibile nella Women’s European Championship

Ci ha impiegato un po’ ad adattarsi alla Kawasaki Ninja 400 (diversa dalla Yamaha YZF-R3 guidata fino allo scorso anno), ma adesso Beatriz Neila Santos è tornata ai suoi abituali livelli nella Women’s European Championship. La tre volte campionessa della serie ha spazzato via gli interrogativi della vigilia dovuti al debutto assoluto della WEC all’Autodrom Most in Repubblica Ceca, monopolizzando la scena nelle due gare valevoli per il terzo appuntamento stagionale, disputatosi in concomitanza del campionato motociclistico tedesco IDM. Due successi perentori, per dispersione, senza fare sconti alle sue avversarie.

Poker di Beatriz Neila nella WEC 2023

Parte integrante del calendario del Mondiale Superbike dal 2021 a questa parte, i 4.2 chilometri dell’impianto ceco hanno esasperato la superiorità di Beatriz Neila Santos. Come accaduto lo scorso maggio nella tappa casalinga al Ricardo Tormo di Valencia, la portacolori Terra&Vita 511 Racing Team ha fatto bottino pieno su un tracciato mai visto prima. In tutti i sensi. Al miglior tempo nelle prove libere e alla pole position è seguita una doppietta in gara fuori discussione, la seconda consecutiva, nonostante uno strano inconveniente in Gara 1 di sabato 24 giugno.

Occhio al semaforo!

Nello specifico, era stata autrice di una partenza a rallentatore a causa di una mal interpretazione della procedura di accensione-spegnimento del semaforo, a detta sua “più rapida del solito”. Poco male per la motociclista madrilena che nel giro di poco ha saputo riguadagnare prontamente la testa delle operazioni involandosi verso la prima delle due vittorie del fine settimana e, contestualmente, verso il quarto titolo della carriera nella WEC.

Fuga in campionato

Proprio così. Grazie a questo ennesimo 1-2 Beatriz Neila Santos scappa letteralmente in fuga in campionato. Al giro di boa della stagione comanda a quota 147 punti, 49 lunghezze di vantaggio sulla connazionale nonché debuttante Natalia Rivera (Trasimeno Yamaha), in costante crescita e classificatasi seconda in ambedue le contese. La nostra Aurelia Cruciani (tornata sul podio a Valencia dopo tre anni di digiuno), terza e settima con la Yamaha R3 di Roc’N’Dea, sconta a sua volta 71 punti di distacco.

Natalia Rivera #2 inseguita da Aurelia Cruciani #4 nel corso di Gara 1

Attimi di paura per Ponziani e Cabrini

Svantaggio che sale leggermente a -73 per Roberta Ponziani (Roc’N’Dea Yamaha). L’attuale leader del CIV Femminile ne ha viste di ogni in Repubblica Ceca. Dapprima l’estromissione (insieme a Beatrice Barbera) dalla Q1 di venerdì 23 giugno per “infrazione tecnica”, poi il brutto highside nella concitazione generale del primo giro di Gara 1. Con la moto che, carambolando sull’asfalto, ha finito per essere centrata dall’incolpevole Sara Cabrini (Gradara Corse Kawasaki), fresca vincitrice nel campionato tricolore femminile a Magione. Le due italiane, in particolar modo la seconda, sono rimaste per alcuni istanti in piena traiettoria e, fortunatamente, le pilote che sopraggiungevano sono riuscite a schivarle: si è sfiorata la tragedia...

Risorge Jessica Howden

Senza riportare alcuna conseguenza fisica, il giorno successivo Roberta Ponziani e Sara Cabrini hanno limitato i danni in Gara 2 chiudendo rispettivamente quarta e quinta, anche se per entrambe la corsa al titolo europeo si prospetta (quasi irrimediabilmente) compromessa. Un podio avrebbe potuto strappare quantomeno un piccolo sorriso. Forse ci sarebbero riuscite se non fosse stato per una ritrovata Jessica Howden, sul più bello in grado di beffarle in volata per una manciata di millesimi. Al primo podio con i colori del team Trasimeno Yamaha, la sudafricana ha celebrato un risultato atteso da un anno e due mesi a questa parte, rilanciandosi al culmine di un prolungato periodo pieno di delusioni tra prestazioni non all'altezza, cadute e imprevisti di vario genere. L’ultimo dei quali manifestatosi giustappunto in Gara 1 pronti-via con la fuoriuscita della catena. Una gran bella rivincita personale!

Jessica Howden in azione sulla Yamaha R3 del team Trasimeno

Next stop Brno

Jessica Howden avrà la possibilità di ripetersi in occasione del quarto round in programma ancora in Repubblica Ceca in data 15-16 luglio prossimi, questa volta al Brno Circuit al fianco dell’Alpe Adria International Motorcycle Championship. Un altro palcoscenico inedito, prima del rientro in Italia previsto per le ultime due gare della stagione, dove Beatriz Neila Santos potrà già mettere una seria ipoteca sulla Women’s European Championship 2023.

Photo credit: WEC FIM Europe

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy