Tu sei qui

MotoGP, Alberto Puig: “Il campionato è aperto e Marquez è un pilota speciale”

Il team manager HRC analizza il GP di Francia: “Marc sta guidando come prima dell'infortunio del 2020, Mir e Rins ci stanno provando. La collaborazione con Kalex va avanti da tempo, è stato un primo passo positivo"

MotoGP: Alberto Puig: “Il campionato è aperto e Marquez è un pilota speciale”

Dopo i primi cinque appuntamenti dell’anno, la vittoria di Alex Rins ad Austin resta l’unico acuto della Honda, che anche a Le Mans non è riuscita a raccogliere quanto sperato. Nonostante il ritorno in pista di Marc Marquez e l’esordio del nuovo telaio Kalex in un fine settimana di gara, infatti, dei quattro alfieri della Casa dell’Ala solo Takaaki Nakagami è riuscito a vedere la bandiera a scacchi nel GP di Francia.

“Fortunatamente nessuno dei piloti si è fatto male, che è la cosa più importante quando si cade - ha sottolineato il team manager Alberto Puig nella sua consueta analisi post-gara - Ci sono stati scenari diversi per le cadute, Rins e Mir stavano disputando un tipo di gara e Marc una completamente diversa. La priorità è che non ci siano infortuni”.

Malgrado i pochi punti racimolati sul suolo francese però, Marc Marquez è riuscito a dimostrare ancora una volta di fare la differenza in sella RC213V, con cui ha lottato per il podio fino alla caduta con cui ha terminato la sua corsa.

“Marc ha fatto una gara fantastica. Purtroppo, a fine corsa stava cercando di salire sul podio e sapeva che Zarco era dietro di lui e pronto ad attaccarlo, quindi ha dovuto continuare a lottare - ha spiegato l’ex pilota - Il carattere di un campione è quello di cercare di trarre sempre il massimo da ogni situazione, ed è esattamente quello che ha fatto Marc. Credo che stia guidando allo stesso livello di prima dell'infortunio di tre anni fa. Ha corso in modo eccellente e ha fatto del suo meglio con quello che aveva”.

Una situazione diversa da quella in cui si trovano Mir e Rins: “Joan Mir sta ancora lavorando per capire la moto e questo purtroppo lo porta a cadere. Rins è di nuovo in una situazione diversa, ha messo insieme un grande weekend ad Austin, ma le ultime due gare non sono state altrettanto semplici. Ci stanno provando tutti, ma non siamo ancora a posto con la moto”, ha ammesso Puig.

Il passaggio dalla Suzuki alla Honda è stato particolarmente complicato soprattutto per il pilota maiorchino, che a Le Mans è incappato nell’undicesima caduta dell’anno. 

“Dobbiamo cercare di trovare una posizione migliore per lui sulla moto, in modo che possa capirla meglio e guidare di più come vuole lui - ha commentato il manager - Deve ritrovare un po' della fiducia che ha perso, ma un pilota di solito acquista fiducia quando conosce la moto. Questa conoscenza è ciò che dobbiamo cercare di trasmettergli. È un processo”.

Oltre che da Marc Marquez, in quel di Le Mans, buone risposte sono arrivate anche dall’atteso telaio realizzato dalla Kalex.

Questo progetto è stato portato avanti per un po', lavorando in collaborazione con loro per molto tempo. Ora il lavoro degli ultimi mesi comincia a farsi vedere e credo che sia stato un primo passo positivo - ha chiosato Alberto - Naturalmente ci sono ancora punti da migliorare, non si può cambiare qualcosa come il telaio in soli cinque minuti: c'è del lavoro da fare e continueremo a fare passi avanti”.

Passi avanti che la Honda conta di compiere sfruttando al meglio le tre settimane di pausa prima del Mugello.

“È il momento di continuare a esaminare tutte le informazioni ricavate dalle gare di apertura, lavorare per continuare a capire la direzione migliore da seguire e lavorare per portare delle cose in più per il Mugello e per le gare future - ha concluso Puig - Come abbiamo visto, il campionato è molto aperto e molto può ancora accadere. Marc, dopo essere stato lontano da qualsiasi tipo di moto per un mese e mezzo, è stato in grado di recuperare immediatamente la sua velocità e questo è importante da considerare. Lo puoi fare solo se sei un pilota speciale. Vedremo cosa succederà nelle prossime gare”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy