Tu sei qui

SBK, Il campionato italiano si tinge di rosa: al via il CIV Femminile 2023

Questo fine settimana si apre a Misano il CIV Femminile, la nuova serie tricolore riservata alle donne. Due gare in programma per una griglia competitiva con tanti spunti e storie di raccontare

SBK: Il campionato italiano si tinge di rosa: al via il CIV Femminile 2023

Indiscutibilmente, il Campionato Italiano Velocità Femminile è una delle principali novità del 2023 della massima serie nazionale. Come annunciato nei mesi precedenti, l’accordo tra la Federazione Motociclistica Italiana ed EMG Eventi fa seguito ad un lavoro portato avanti da anni per promuovere e implementare il motociclismo in rosa, volto a generare una filiera che possa promuovere le motociclistiche migliori ai principali palcoscenici internazionali, senza differenze di genere. Con il via previsto questo fine settimana al Misano World Circuit Marco Simoncelli, la nuova serie tricolore riservata alle donne registra l’adesione di 14 pilote e vari spunti d’interesse.

A Misano si accendono i motori

Sul fronte tecnico-regolamentare, il CIV Femminile seguirà di fatto le linee guida del CIV Supersport 300, seppur con Dunlop in qualità di fornitore unico di pneumatici. Le partecipanti si sfideranno in tracciati dalle differenti caratteristiche. Un calendario omogeneo, spalmato su sei appuntamenti da aprile ad ottobre. Tre dei quali in concomitanza del CIV Junior (Magione, Modena e Varano), i restanti al fianco della ribattezzata Women’s European Championship (ex European Cup). A partire proprio da questo week-end a Misano, passando per Mugello 2 e Imola.

Tre nomi su tutti

Dando invece uno sguardo alla lista delle iscritte, spiccando in particolar modo tre nomi già noti al circus del campionato italiano: Roberta Ponziani e Aurelia Cruciani in rappresentanza del team Roc’N’Dea di Massimo Roccoli e Alex De Angelis, più Sara Cabrini per il team Gradara Corse. Considerando i loro trascorsi di rilievo nell’ultimo triennio della WEC, sulla carta partono con i favori del pronostico per il successo finale.

Vista su CIV e WEC

Per il suddetto terzetto non mancherà tuttavia l’impegno nell’altrettanto innovativo europeo femminile, ragion per cui nelle due gare previste tra sabato e domenica appariranno nelle classifiche di entrambi i campionati. Analogamente a Martina Guarino (MotoXRacing) e l’israeliana Ran Yochay (Celo Racing Team). A dimostrazione di come il CIV Femminile, seppur alla prima edizione di sempre, proponga già uno schieramento di partenza competitivo ed agguerrito.

Quanti racconti inediti

Al tempo stesso il CIV Femminile offre, giornalisticamente parlando, molte storie da raccontare. Questo il caso di Alessia Tonini (MRT), compagna di vita di un “certo” Alessandro Delbianco, attesa all’esordio in una competizione motociclistica dopo aver disputato nei mesi scorsi il Trofeo Inverno in quel di Binetto. Oppure di Silvia Messano (SM Racing), passata in un sol colpo dal mondo della danza a quello delle due ruote nonché fresca vincitrice della classifica femminile nel contesto della Dunlop Cup 300, e Arianna Barale (Box Pedercini), tornata ai suoi livelli dal terrificante incidente al Mugello 2020 ai tempi del CIV PreMoto3. A cui si aggiunge la pilota "tutto fare" all'interno di Prata Motorsport, Nicole Cicillini, anche a livello amministrativo.

Il programma di gara

Questi sono soltanto alcuni degli spunti del CIV Femminile che nel week-end alzerà ufficialmente il sipario sulla stagione 2023, affiancando come anticipato la WEC per la prima di tre volte, a Misano. Con Gara 1 in programma sabato pomeriggio (alle 17:30) e l’indomani (alle 10:40) Gara 2. La diretta è garantita via streaming sulla pagina Facebook della Women’s European Championship e di MS Motor TV.

ENTRY LIST CIV FEMMINILE:

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy