Tu sei qui

MotoGP, Alex Marquez: "Marc ad Austin avrebbe dimezzato ogni chance di vittoria"

Lo spagnolo è tornato a brillare sulla Ducati del team Gresini dopo gli anni difficili in Honda, è 4° in classifica: "non so se questo aumenterà le mie. Con Ducati e Gresini ottima intesa da subito, ma realisticamente non sono ancora al livello dei top rider sull'asciutto"

MotoGP: Alex Marquez:

Non avrebbe potuto chiedere un inizio di stagione migliore Alex Marquez, che del passaggio sulla Ducati del team Gresini ha raccolto a pieno i frutti. Lo spagnolo è quarto in classifica, con un podio e 33 punti all'attivo, appena una manciata dietro all'attuale campione in carica Bagnaia. Ducati si è quindi confermata la moto più competitiva del lotto, con quattro moto nelle prime posizioni in classifica, e col talento del giovane spagnolo apparentemente non sbiadito dagli anni difficili trascorsi in casa Honda. Ora, con due dei principali avversari assenti sul circuito statunitense, ad Alex non resta che cercare una terza conferma delle proprie potenzialità sul circuito a lungo dominato da suo fratello Marc.

"Sono molto felice per i risultati ottenuti fino ad ora - ci racconta Alex - è andata molto meglio di quanto mi aspettassi ad inizio campionato. Con la Ducati ed il team Gresini c'è stata subito una grande intesa, ma dobbiamo anche essere realistici e mantenere i piedi per terra. Non penso che sull'asciutto siamo ancora al livello dei top rider, quindi continueremo a lavorare cercando di mantenere la striscia positiva tracciata sino ad ora".

Il passaggio sulla Ducati è stato un cambio di passo notevole dopo gli anni in Honda.
"Sono stati degli anni difficili per me - ammette lo spagnolo - specialmente l'ultimo, quindi tutto ciò che mi sta accadendo ora è veramente importante dal punto di vista della fiducia in quanto pilota. Come detto, non mi sento ancora al livello dei migliori, quindi la strategia sarà quella di continuare a migliorare col feeling sulla Ducati, correndo con intelligenza e strategia, cercando di fare punti ad ogni occasione. Ogni weekend sarà un'occasione per noi per fare un ulteriore passo in avanti".

Il tracciato di Austin è abituato alle vittorie di Marc Marquez, purtroppo tuo fratello non sarà presente questo fine settimana, ma  potrebbe comunque esserci un Marquez questo fine settimana sul podio.
"E' vero che l'assenza di Marc qui ad Austin, un tracciato in cui ha dominato per anni, apre sicuramente a diverse opzioni per tutti gli altri piloti. Con lui presente la possibilità di vincere era automaticamente dimezzata, quindi senza di lui quella percentuale ora è decisamente più alta - scherza lo spagnolo - ma non so se questo aumenterà le mie. E' vero che abbiamo avuto degli ottimi risultati sino ad ora, ma sto ancora imparando a conoscere i limiti di questa Ducati. In questo momento però il nostro obiettivo è quello di chiudere la gara con un buon risultato, la vittoria non è il nostro obiettivo principale, realisticamente abbiamo buone chance di chiudere tra i primi dieci, poi ovviamente se ci sarà l'occasione per la vittoria lo si vedrà in gara".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy