Tu sei qui

SBK, Razgatlioglu: "Dopo il titolo mi ero deconcentrato, ora mi sento più forte"

Il turco di Yamaha svetta nel day-1 di Jerez: "Tra 2021 e 2022 la mia concentrazione è calata per la vittoria del mondiale, ma ho cambiato approccio e con la squadra stiamo facendo tutto il possibile per migliorare. Il nostro potenziale è superiore adesso"

SBK: Razgatlioglu: "Dopo il titolo mi ero deconcentrato, ora mi sento più forte"

Share


Il ritorno al suo affezionatissimo #54 ha portato subito bene a Toprak Razgatlioglu. Il Campione del mondo 2021 della Superbike ha staccato infatti il miglior riferimento nella prima giornata di test pre-campionato al Circuito de Jerez Angel Nieto. Archiviata un'annata contornata da luci e ombre, terminata alle spalle di Alvaro Bautista, la lunga pausa invernale sembra aver fatto recuperare al portacolori Yamaha la smalto dei bei tempi. Certo, si tratta solo del day-1, ma è un inizio decisamente incoraggiante per quella che si prospetta come la stagione della ribalta. La concorrenza è avvisata...

"Abbiamo una nuova elettronica e altre nuove componentistiche sulla R1, quest'ultime però non posso svelarle. Questa mattina le temperature di aria e asfalto erano veramente basse, ma per fortuna nel corso della giornata ci siamo potuti concentrare sull'accelerazione e sul set up elettronico, cosa che non siamo riusciti a fare sul finire di 2022 causa pioggia - ha ammesso il turco - perciò sono abbastanza contento e il tempo sul giro è venuto fuori facilmente".

La moto è cambiata rispetto allo scorso anno?
"Si, infatti al contempo abbiamo effettuato diverse prove comparative tra i due modelli. Penso che non si ripresenteranno più i problemi di aderenza patiti lo scorso anno".

Questi aggiornamenti potranno consentirti di lottare ad armi pari contro Bautista?
"So che la squadra sta lavorando ogni giorno per cercare di migliorare la moto, mentre io mi sto allenando duramente. Entrambi stiamo facendo tutto il possibile. Sappiamo tutti com'è andata nel 2022, ma adesso mi sento forte mentalmente e sono pronto a combattere. Ho cambiato approccio alla stagione, sono focalizzato su me stesso. Invece tra 2021 e 2022 mi sono deconcentrato per la vittoria del mondiale". 

Non a caso già dai primi giri di quest'oggi sei parso davvero in palla...
"Eccome! Non vedevo l'ora di tornare in sella e riabbracciare il mio storico numero 54".

Che cosa ti aspetti dalla nuova Ducati?
"Sembra che non siano stati apportati cambiamenti significativi rispetto al modello precedente, storicamente in Ducati hanno sfornato sempre moto competitive. Bautista sarà della partita anche in questo 2023, in primis a Phillip Island, ma la mia motivazione è alta perché sono convinto del nostro potenziale, superiore al 2022. Puntiamo ovviamente alla vittoria", ha affermato senza mezzi termini Razgatlioglu.

Articoli che potrebbero interessarti