Tu sei qui

SBK, Glenn Irwin spodesta Rea: è il motociclista irlandese dell'anno

Il vice-campione del BSB ha negato la decima vittoria del premio al sei volte iridato nel Mondiale Superbike, nominato membro a vita della MCUI

SBK: Glenn Irwin spodesta Rea: è il motociclista irlandese dell'anno

Share


Per la prima volta dal 2020, gli Adelaide Irish Motorbike Awards sono tornati a svolgersi al Crowne Plaza Hotel di Belfast, per premiare i motociclisti irlandesi che si sono distinti durante la stagione appena conclusa. Ma questa volta ad assicurarsi il prestigioso trofeo Joey Dunlop non è stato Jonathan Rea, che ha ottenuto il riconoscimento per nove volte, superando proprio il record del 26 volte vincitore al TT, con la vittoria dello scorso anno. La settima consecutiva.

A sollevare l’ambito premio, per la prima volta in carriera, è stato dunque Glenn Irwin, reduce da un 2022 da incorniciare. Vice-campione del BSB, il nuovo pilota del team PBM Ducati ha dominato la North West 200 con due vittorie in Superbike, diventando inoltre il newcomer più veloce di sempre al Tourist Trophy, con un giro del Mountain alla media di 128.849 miglia orarie.

Terzo nel Mondiale Superbike, con sei vittorie e 30 podi in 36 gare, Rea non ha comunque lasciato la serata a mani vuote. Il 35enne di Ballymena è stato infatti nominato membro a vita della Motor Cycle Union of Ireland (MCUI), l'organo di governo delle corse motociclistiche nella Repubblica d'Irlanda, ricevendo un trofeo in riconoscimento dei suoi sei Mondiali in SBK e del suo lavoro di ambasciatore. Il sei volte iridato ha poi dato il suo nome a un nuovo riconoscimento, il premio JR65 per il miglior pilota in terra irlandese, consegnato ad Alastair Seeley.

Articoli che potrebbero interessarti