Tu sei qui

Pannelli led su moto e tute in MotoGP: presentato il brevetto!

Erano apparsi la prima volta in un test nel 2022 sulla McLaren F1, ma adesso la tecnologia sarebbe pronta per essere applicata anche alle due ruote con infinite possibilità che si aprono per il marketing

MotoGP: Pannelli led su moto e tute in MotoGP: presentato il brevetto!

Share


Immaginate di guardare una gara di MotoGP con le moto tutte in fila e ad un certo punto sulla fiancata ad esempio di Fabio Quartararo di vedere, invece del classico graffio del simbolo Monster, un'animazione digitale di una lattina che si apre con effetti di luce poi ripresi sulla sua tuta e su altre zone della carena della moto. Potrebbe sembrare una scena presa da Tron, epico film di fantascienza. Ma in realtà stiamo parlando di un qualcosa di estremamente vicino alla realtà. 

Si tratta infatti della tecnologia sviluppata dalla britannica Silverstone Paint Technology, a sua volta collegata a un'altra società, la Silverstone Design Limited. Questa società ha presentato una richiesta di brevetto per dei pannelli led ultrasottili e soprattutto ampiamente deformabili, al punto da poter essere applicati a superfici curve come quelle presenti sulle carene di una MotoGP o sulla tute dei piloti. 

I disegni presentato sono chiari, e non fanno altro che dare seguito all'esperimento fatto da McLaren in Formula1 nel corso di un test a Barcellona nel 2022. QUI potete vedere il video che ritrae il pannello posto nell'esperimento sui lati del cockpit della vettura inglese, con le immagini che invece di essere 'confinate' alla singola rappresentazione di uno sponsor, offrono un vero e proprio video agli occhi dello spettatore. 

Chiaro che in questo caso le immagini siano visibili esclusivamente con la telecamera puntata dall'onboard del pilota, ma questo esperimento suggerisce tutte le potenzialità nascoste dietro quest'idea, che non riguardano solo aspetti di marketing. Proprio stamattina abbiamo pubblicato una intervista di Corrado Cecchinelli in cui il Direttore Tecnico della MotoGP ha spiegato i nuovi orizzonti legati alla sicurezza in pista ed immaginiamo che l'applicazione di pannelli di questo tipo, ad esempio montati sulla zona posteriore della tuta di un pilota, possano essere davvero di aiuto.

Un flash rosso mostrato ad intermittenza potrebbe avvisare un pilota che segue della possibilità di trovarne un'altro appena caduto magari ancora a terra nella curva successiva. Ma questa ci sembra solo una delle molteplici applicazioni in cui potrebbe essere impiegata questa tecnologia che di certo sarà molto interessante in futuro per tutti gli uffici Marketing. 

Probabilmente al momento sarebbero da chiarire tantissimi aspetti, come il peso ed anche l'aspetto sicurezza. Cosa succede se un pilota cade e va in mille pezzi un pannello montato nella zona del petto della tuta? Ma a noi piace molto l'idea di fondo e siamo certi che possa rappresentare un ulteriore step verso il futuro per il Motorsport in generale, 

Articoli che potrebbero interessarti