Tu sei qui

VIDEO - Triumph Speed Triple RR: regina della strada

Sorella carenata della celebre naked inglese, la RR incarna alla perfezione il concetto di autentica sportiva stradale. E' bella ed esclusiva, sa fare innamorare ed ha moltre frecce nascoste nella faretra tutte da scoprire

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La Triumph Speed Triple RR è una di quelle moto da cui non vorresti mai scendere. Basta questa frase per definire il tono della nostra lunga prova su strada, che ci ha permesso di comprendere ancora meglio le mille sfumature del carattere della sportiva inglese. Bella come poche da ferma, questa RR ha la capacità di proiettarti in un altra dimensione una volta acceso il magnifico tre cilindri che la spinge. 

Lo stile degno delle sfilate di alta moda in questo caso si sposa con una concretezza difficile da trovare su altre moto sportive in circolazione in questo periodo. Troppo spesso ultimamente si cerca la prestazione estrema in pista, con numeri da capogiro che sulla carta sapranno anche impressionare, ma che nel mondo reale servono poi a poco. Perché alzi la mano chi ritiene che avere a disposizione oltre 200 cv oggi su strada sia un requisito fondamentale per potersi divertire…

Triumph Speed Triple RR - mix inedito

La Speed Triple RR dimostra perfettamente che seguire la moda non sempre paga e riesce a farlo grazie ad una formula equilibratissima, che riesce a mischiare qualità apparentemente lontane fra loro in modo ineccepibile. Ci sono prestazioni di altissimo livello, ma non spaventa. C’è una ciclistica veloce, ma non estrema. Le forme sono splendide, eppure lo è anche l’ergonomia, con una posizione in sella che risulta di attacco ma non eccessivamente stancante. L’elettronica è molto raffinata, ma non è sofisticata in modo quasi esasperante come invece accade su alcune sportive replica SBK. E’ insomma un modo diverso di interpretare un segmento da parte di Triumph ed a noi piace moltissimo. 

All’epoca della nostra prova durante la presentazione stampa avvenuta a Ronda, in Spagna (QUI la nostra prova) la RR ci piacque subito, ma averla a disposizione per tanto tempo e soprattutto per tanti km, ci ha permesso di comprenderla a fondo. 

Triumph Speed Triple RR - promessa mantenuta

Di una cosa siamo felici, ovvero del fatto che tutte le buone sensazioni incassate all’epoca della presentazione alla stampa sono state confermate nel corso della nostra prova su strada. Quello che abbiamo sperimentato nella nostra prima presa di contatto si è rivelato un perfetto antipasto di tutto quanto sa poi regalare la Speed Triple RR nella vita di tutti i giorni. 

Le rifiniture restano una vera gioia per gli occhi e non si può che sorridere ogni volta che si apre la serranda del box. Come non ci si stanca mai di ascoltare il ruggito del tre cilindri. Basta poi davvero pochissimo ad abituarsi alle tantissime funzioni del dashboard ultraconnesso, ma purtroppo dobbiamo sottolineare ancora una volta come la app di Triumph non funzioni in modo egregio, un aspetto su cui speriamo la Casa inglese possa fare dei passi in avanti concreti quanto prima. 

Avere la Speed Triple RR nel box significa avere voglia di uscire in moto. Potrà sembrare una frase da slogan pubblicitario, ma la verità è che quando capita di avere una moto in prova nel box, uno dei parametri più efficaci per capire quanto sia piaciuta sono i km percorsi in sella. In questo caso possiamo ammettere che in ogni singola circostanza in cui era possibile prendere la moto l’abbiamo fatto. Che fosse per un’uscita veloce in città o per andare a fare la classica sparata sul passo, la RR ha sempre fatto semplicemente voglia di guidarla ancora e ancora. 

Il risultato è una moto che fa semplicemente innamorare già da ferma, di quelle che vorresti guardare per ore prima di uscire dal box per il tuo prossimo giro. E’ oggettivamente bella, non ci sono sbavature nella definizione dei concetti espressi dai designer di Triumph, con un risultato d’insieme che scava un solco rispetto a diverse rivali della concorrenza. Il bello è poi rappresentato da tutta la sostanza contenuta in questa magnifica forma. 

Triumph Speed Triple RR: chi la amerà davvero?

Questa nuova Speed piace ad una nutrita schiera di motociclisti. La amano tutti quelli che volevano sperimentare il mitico tre cilindri inglese, ma chiedevano a gran voce i semimanubri piuttosto che la classica naked all’inglese. E' poi una moto in grado di attirare motociclisti più scafati, che hanno buona familiarità con la pista ma desiderano una sportiva utilizzabile e divertente anche su strada. 

C’è poi da considerare chi invece vorrà acquistare la Speed Triple RR per il puro giusto di possedere un’oggetto di tale bellezza da sfoggiare. Anche qui, di pane per questo tipo di denti ce n’è in abbondanza. Non esiste dunque un acquirente ‘tipo’ per la nuova Speed Triple RR, una moto che è riuscita a condensare in un’unico modello diverse anime in perfetta sintonia tra loro. Piacerà a molti e siamo certi che continuerà la saga iniziata con la prima Speed. Da quel momento ne sono state vendute oltre 102.000 in tutto il mondo e da oggi questa famiglia accoglie anche la figlia che mancava. Da un certo punto di vista la meno Hooligan di tutte, ma questa frase viene smontata in modo perfetto alla prima manata sul gas. 

La Triumph Speed Triple RR è disponibile nei concessionari Triumph in Italia a partire dal  prezzo di 20.600 euro.

Articoli che potrebbero interessarti