Tu sei qui

ASBK - Gioie e dolori per Miller a The Bend: 8° tempo e una caduta

Peggio è andata al suo compagno di squadra Josh Hook: a terra per un problema elettronico, non sa se potrà continuare il weekend. Marcel Schrotter è 17° dopo le libere

SBK: ASBK - Gioie e dolori per Miller a The Bend: 8° tempo e una caduta

Share


La prima giornata di prove libere sul circuito di The Bend non è stata tutta rose e fiori per Jack Miller e la sua squadra, impegnati nel campionato australiano SBK. Il pilota della MotoGP aveva già corso l’anno scorso sulla pista nei pressi di Adelaide, ma nel primo turno ha dovuto fare lo shakedown della sua Ducati Panigale V4R (che non aveva mai provato) e prendere confidenza con le gomme Pirelli, che hanno sostituito in questa stagione le Michelin nell’ASBK.

Già nelle FP2 ha dimostrato di averci preso la mano, staccando il 4° tempo, ma nelle FP3 Miller è caduto quando mancavano poco meno di 5 minuti alla fine del turno e i commissari hanno esposto la bandiera rossa. Per fortuna, Jack non si è fatto nulla nell’incidente e anche la sua Panigale ha riportato solo qualche graffio. Non è però potuto ripartire per i minuti finali e si è dovuto accontentare dell’8° posto nella classifica combinata di giornata.

Peggio è andata al suo compagno di squadra, nella Thriller Motorsport, Josh Hook che è caduto nel suo giro di uscita alla curva 12 a causa di un problema all’elettronica che ha causato un high side. Hook (20° nella combinata) ha battuto violentemente il polso e non ha preso parte alle FP3, domani mattina deciderà se continuerà il fine settimana di gara.

Per il terzo membro del team, Marcel Schrotter, era tutto nuovo: sia il circuito di The Bend che la sua Yamaha R1. Il tedesco ha comunque migliorato sessione dopo sessione, mettendosi al 17° posto a fine giornata.

Il miglior tempo è stato fatto segnare da Cru Halliday davanti ad Arthur Sissis e Mike Jones, tutti su Yamaha.

Articoli che potrebbero interessarti