Tu sei qui

SBK, Rea: “Col flag to flag non ho perso un secondo, ne ho guadagnati quattro”

“Avevamo una procedura ben definita che ha funzionato alla perfezione. Quando però sono tornato in pista mi sono visto a terra andando sul bagnato”

SBK: Rea: “Col flag to flag non ho perso un secondo, ne ho guadagnati quattro”

Share


Johnny Rea is back! A distanza di quasi sei mesi dall’ultimo successo, il Cannibale ha conquistato il trionfo in una pazza Gara 1 a Phillip Island. La manche del sabato è stata infatti caratterizzata dal flag to flag: la pioggia iniziale ha infatti lasciato spazio al sole, che lentamente ha asciugato l’asfalto.

Da parte del nordirlandese c’è quindi tanta soddisfazione per un trionfo a lungo atteso.

“Sono ovviamente felice per questo risultato – ha detto – le condizioni non erano per niente facili, infatti bastava una minima sbavatura per finire a terra. Dentro di me sapevo che dovevo rimanere calmo e gestire al meglio la situazione. All’inizio ho faticato a mandare in temperatura lo pneumatico, inoltre non avevo l’aderenza che speravo. Ad un certo punto Alex mi ha passato e allora ho deciso di rientrare ai box”.

Rea spiega quindi come è avvenuta la sosta.  
“Avevamo una procedura ben definita da seguire riguardo come comportarci. Il team sapeva che avrei fatto un cenno con la gamba in modo che sapessero del mio rientro al box al giro seguente. I ragazzi sono stati fantastici, perché ho guadagnato 4 secondi, senza perderne nemmeno uno”.

È li che si è decisa la corsa.
“Quando sono rientrato Toprak era dietro di me, di conseguenza ho capito che sarebbe stato lui il mio rivale, dato che Bautista ha preferito rimanere in pista. Alla fine però credo sia successo qualcosa a Razgatlioglu, infatti sono tornano in pista con ampio margine”.

Non è mancato poi un rischio.
“Sono finito si una chiazza di bagnato e mi sono praticamente visto a terra. Quel rischio è stato un avvertimento importante, infatti i giri seguenti ho staccato prima”.

Vinta Gara 1, adesso l’attesa è tutta per la domenica.
 “Domani capiremo meglio il nostro potenziale in condizioni d’asciutto, dato che quella odierna è stata una gara particolare con numerosi aspetti a condizionarla. Sono però dell’idea che domenica potremo fare bene e cercare di lottare per la vittoria”.

Articoli che potrebbero interessarti