Tu sei qui

SBK, Alba Rossa: Bautista e Ducati Campioni del Mondo Superbike a Mandalika!

Il team Aruba riporta a Borgo Panigale quel titolo che mancava da ben 11 anni nelle derivate di serie. Gara 2 è di uno strepitoso Toprak davanti a Bautista e Rea, 4° Locatelli poi Bassani e Redding, 7° Vierge seguito da Gerloff, Lowes e Rinaldi.

SBK: Alba Rossa: Bautista e Ducati Campioni del Mondo Superbike a Mandalika!

Share


Il sogno è finalmente realtà! Alvaro Bautista e la Ducati sono Campioni del Mondo a Mandalika. Grazie al secondo posto in Gara 2 alle spalle di un super Toprak Razgatlioglu, lo spagnolo iscrive il proprio nome nell’albo d’oro delle derivate.

Giù quindi il cappello di fronte a quanto fatto dallo spagnolo, che riporta a Borgo Panigale quel titolo che mancava da ben 11 anni. A chiudere il podio è Rea, poi Locatelli, Bassani e Redding. Di seguito la classifica.

GIRO 20 - Ci siamo, inizia ora l'ultimo giro!

GIRO 19 – Bautista sembra aver mollato la presa: il gap da Toprak sale infatti a oltre un secondo. 3° Rea poi Bassani e Locatelli, 10° Rinaldi

GIRO 18 – Toprak rifila mezzo secondo quando manco tre tornate al termine. Il Mondiale Superbike sta per tornare a Borgo Panigale dopo un attesa durata oltre 10 anni!

GIRO 17 - Razgatlioglu scende sotto l'1'33, provando a dare lo strappo decisivo in vista del finale. 

GIRO 16 – Ultimi cinque giri di Gara 2! Toprak cerca di dare lo strappo, realizzando 1’32”8 mentre Bautista commette un leggero largo. Rea sempre terzo, mentre Locatelli si attacca a Bassani.

GIRO 15 – Toprak non vuole darla vinta e alla curva 6 trova il varco per inserirsi. Il turco si riprende la vetta con lo spagnolo alle spalle e Rea terzo a mezzo secondo dalla vetta.

GIRO 14 – La bagarre tra Bautista e Toprak consente a Rea di accorciare sulla coppia di testa. Il Cannibale è infatti a mezzo secondo dalla Yamaha del turco. 4° Bassani a due secondi e sette decimi, poi Locatelli e Vierge. 10° Rinaldi.  

GIRO 13 – Bautista rompe gli indugi e in curva 1 attacca Toprak, prendendosi la vetta. Il turco contrattacca alla curva 10, ma alla 12 ecco arrivare un nuovo sorpasso dello spagnolo ai danni del portacolori Yamaha. Alvaro è quindi primo con Toprak secondo a 130 millesimi. Caduto Smith e anche Nozane.

GIRO 12 – Entriamo ora nella seconda parte di gara con Toprak sempre in testa e Bautista alle spalle. Occhio a Rea, che attacca Bassani prendendosi la terza posizione  ai danni del portacolori Motocorsa. 5° Locatelli poi Vierge e Redding, 9° Rinaldi.

Siamo a metà gara: ecco la classifica aggiornata!

GIRO 8 – Toprak è braccato da Bautista, mentre Bassani trova il varco per infilare Rea e prendere la terza posizione. In questo momento Johnny è quarto con Locatelli alle spalle. 9° Redding, 10° Rinaldi, poi Forés e Baz. 

GIRO 7 – Errore di Rea, che lascia strada a Bautista. Lo spagnolo sale in seconda posizione alle spalle della Yamaha di Toprak, attualmente al comando della corsa.

GIRO 6 – Toprak attacca Rea e conquista la leadership della gara. Il turco detta il passo seguito dal Cannibale della Kawasaki poi Bautista e Rea. 4° Bassani poi Locatelli e Vierge

GIRO 5 – Locatelli incassa il sorpasso di forza di Bassani, il quale sale in quarta posizione alle spalle di Bautista. Davanti a tutti c’è sempre Rea, mentre Axel è quarto a soli sette decimi dalla vetta. 10° Rinaldi. I tempi sono più alti di un secondo rispetto al mattino.

GIRO 4 – Alvaro attacca Locatelli e si prende la terza posizione, portandosi alle spalle di Toprak. Il pilota bergamasco della Yamaha è ora insidiato da Bassani. I primi cinque sono racchiusi in solo mezzo.   

GIRO 3 – A comandare la gara è Rea con Toprak, Locatelli e Bautista attaccati. Bassani porta a soli sei decimi il proprio gap dalla Ducati dello spagnolo.

GIRO 2 – Rea detta il passo seguito dalle Yamaha di Toprak e Locatelli, mentre Bautista è quarto con Bassani quinto staccato di un secondo dallo spagnolo. 8° Redding, 12° Nozane seguito da Rinaldi.  

GIRO 1 – Rea si prende la vetta davanti a Toprak, mentre Locatelli è terzo seguito da Bautista con Bassani a rimorchio. Da registrare un largo di Rinaldi che finisce in 15^ posizione.

Partiti!

6:28 Inizia in questo momento il warmup lap. Ricordiamo che Oettl non sarà al via di Gara 2, dato che non è al top dal punto di vista fisico a seguito della caduta di ieri.  

6:20 10 minuti e si parte! Giornata di sole per questo gran finale della Superbike a Mandalika.

6:00 Sale l'attesa per l'ultima manche del weekend: manca infatti mezz'ora allo spegnimento dei semafori di Gara 2, al via alle ore 6:30.

Gran finale al Pertamina Mandalika Circuit. Già due volte vincitore questo fine settimana in Gara 1 prima e Superpole Race poi, nella fornace indonesiana Toprak Razgatlioglu è intenzionato a tenere aperti i giochi-campionato fino all'ultimo round della settimana prossima in quel di Phillip Island. Forte degli attuali 71 punti di vantaggio, ad Alvaro Bautista basterà non perdere più di nove punti per regalare a Ducati il titolo iridato che manca dal 2011.

Il Ducatista aprirà la seconda fila dalla quarta casella, mentre (oltre al turco) davanti a lui scatteranno anche i ritrovati Jonathan Rea e Andrea Locatelli, entrambi particolarmente incisivi nella gara sprint di poche ore or sono. Partenza di Gara 2 prevista alle 13:30 locali, le 6:30 italiane.

Leggi QUI quanto accaduto nella Superpole Race.

GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2:

Articoli che potrebbero interessarti