Tu sei qui

SBK, Bautista e la Ducati incontenibili nel venerdì di Mandalika, 2° Toprak, 4° Rea

Lo spagnolo sceglie la gomma nuova nel finale di FP2 e rifila quasi mezzo al turco della Yamaha, 3° Rinaldi, mentre Johnny finisce a un secondo dalla vetta. Brutto highside per Lecuona, in ospedale per controlli. 5° Gerloff poi Forés e Locatelli, 9° Bassani, 10° Redding

SBK: Bautista e la Ducati incontenibili nel venerdì di Mandalika, 2° Toprak, 4° Rea

Share


con il contribuito di Daniela Piazza

A Mandalika si è conclusa la seconda sessione di prove libere. Dopo aver visto Toprak brillare in FP1, al pomeriggio ci ha pensato Alvaro Bautista a raccogliere il testimone del turco, mettendo tutti in riga grazie al crono di 1’33”626.

L’alfiere Aruba è stato l’unico a scendere sotto il muro dell’1’34”, precedendo di 462 millesimi il portacolori Yamaha, che proprio un anno fa a Mandalika conquistò il suo primo Mondiale. C’è da dire che questo venerdì si è rivela molto particolare: l’asfalto è completamente nuovo e si sta lentamente gommando. Siamo quindi convinti che domani in FP3 i tempi si abbasseranno ulteriormente.

Tornando alla classifica, in terza posizione si inserisce un’altra Ducati. Stiamo parlando della Panigale V4 di Michael Rinaldi, distante 964 millesimi dalla Rossa del proprio compagno, mentre a rimorchio la Kawasaki di Johnny Rea. Un turno alla rincorsa per il portacolori Kawasaki, il quale non ha utilizzato la gomma nuova nel finale.

Tra le sorprese di giornata c’è poi da registrare il sesto posto di Xavi Forés, mentre settimo Locatelli con Vierge e la Honda ottavi. A completare la top ten sono Axel Bassani e Scott Redding. Resta fuori dai primi dieci Iker Lecuona, vittima di un highside con la Honda nelle prime battute della sessione. A precederlo è Oettl, 15° van der Mark.

6:55 Bautista monta la gomma nuova e sigla il crono di 1'33"626. Lo spagnolo si porta quindi al comando della sessione precedendo Toprak di 462 millesimi, mentre Rinaldi resta terzo. Balzo in avanti sul finale anche da parte di Rea, quarto seguito da Gerloff, poi Locatelli. 

6:52 Rinaldi e la Ducati vanno all'attacco, agganciando la terza posizione a mezzo secondo dalla R1 del turco della Yamaha

6:50 Nessun stravolgimento nei piani alti della classifica con Toprak sempre al comando grazie a un margine di 340 millesimi su Alvaro Bautista. Nel frattempo scivola a terra Loris Baz. 

6:45 Le condizioni della pista continuano a migliorare e Gerloff porta la sua Yamaha i terza posizione a 755 millesimi dalla vetta, mentre Rinaldi è sesto. Fuori dalla top ten entrambe le Honda. 

6:42 Rea rientra in questo momento ai box dopo aver svolto l'ultimo round. Il Cannibale è addirittura ottavo a un secondo e mezzo dalla vetta. 

6:38 Balzo in avanti di Axel Bassani, che agguanta la terza posizione alle spalle di Bautista, mentre sesto è un sorprendente Mahias.

6:35 Toprak resiste sempre al comando con il crono di 1'34"088, mentre Bautista è secondo a 340 millesimi dal turco della Yamaha. In quinta posizione sale la R1  di Gerloff, mentre Rea è sesto. 9° Lecuona, 11° Redding, 14° Locatelli

6:30 Balza in teza posizione Alex Lowes con la Kawasaki, mentre Rinaldi è quarto alle spalle della Kawasaki del britannico. Al momento Toprak e Alvaro stanno facendo un lavoro a parte, considerando che gli inseguitori si trovano a oltre un secondo. 

6:25 Si registra un brutto highside per Iker Lecuona, il quale viene sbalzato dalla sua Honda. QUI IL VIDEO

6:20 Dopo 10 minuti dal via Toprak Razgatlioglu si porta in testa alla sessione con il crono di 1'34"088. Il turco comanda la classifica seguito da Bautista a 340 millesimi. In terza posizione c'è invece Rea a otto decimi.

6:15 A Mandalika inizia in questo momento la seconda sessione di prove libere. Giornata serena con il sole che brilla alto in cielo.

Toprak Razgatlioglu vuole vincere a Mandalika e lo ha dimostrato dominando la prima sessione di prove libere sul circuito Indonesiano, che ha accolto i piloti della Superbike con il consueto caldo umido e un nuovo asfalto. Una sessione interlocutoria, che ha permesso al campione in carica di portarsi al comando subito a inizio turno, con il crono di 1'36"938, che gli ha permesso di precedere la Honda di Iker Lecuona, con quasi due decimi di vantaggio. Terzo a oltre mezzo secondo dalla vetta ha chiuso invece Alvaro Bautista, che in questo penultimo Round della stagione si prepara a chiudere la partita iridata e riportare il Mondiale a Borgo Panigale, forte degli 82 punti di vantaggio accumulati su Razgatlioglu.

Al quarto posto si è posizionato quindi Michael van der Mark, che ha vissuto uno dei suoi migliori venerdì mattina dell'anno, piazzando la sua BMW davanti alla Fireblade di Xavi Vierge, che chiude la Top5 mattutina. Sesta piazza, invece, per Andrea Locatelli, che si è messo alle spalle Michael Ruben Rinaldi e Jonathan Rea, che in questa prima prima sessione di prove non è riuscito ad andare più in là dell'ottava posizione, incassando un secondo di ritardo dalla vetta. A completare la Top10 mattutina ci hanno pensato Scott Redding e il debuttante Kyle Smith, che in sella alla Ninja di Perdercini ha di poco preceduto la seconda Kawasaki ufficiale di Alex Lowes.

La classifica delle FP1:

Ci siamo! Scatta in Indonesia il penultimo appuntamento del Mondiale Superbike con Alvaro Bautista e la Ducati intenzionati a mettere le mani su quel titolo iridato che a Borgo Panigale manca da oltre 10 anni. Lo spagnolo dovrà fare i conti con Toprak, intenzionato a mettergli i bastoni tra le ruote, mentre Rea punta a ritrovare quella vittoria che manca da maggio a Estoril

Il via delle FP1 è fissato per le ore 10:00 locali, ovvero le 3:00 italiane.

Articoli che potrebbero interessarti