Tu sei qui

LIVE da EICMA: Sym a Eicma 2022, arriva la tecnologia sugli scooter

Ecco come cambiano il Jet 14 Evo, Jomax Z+, Joyride 16 e Jet X. Nuovo l'accattivante MMBCU

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Iniziamo dal Sym Jet 14 è il modello di maggior successo della serie Jet. Ad oggi è ancora il modello più venduto soprattutto nei mercati europei, ed ad Eicma 2022, Sym presenta al mercato una versione evoluta, il nuovo Jet 14 Evo. Come la versione precedente, Jet 14 Evo possiede dimensioni compatte, motore raffreddato a liquido e ruote da 14'' per facilitare gli spostamenti in città in modo agile e sicuro. La nuova illuminazione a LED ed il particolare mini cupolino, creano un look sportivo ed aggressivo.  Oltre all'evoluzione dall'esterno, Jet 14 Evo, è dotato di keyless 2.0, ricarica rapida QC 3.0, ed abbiamo poi un tappo serbatoio carburante in posizione più anteriore, ed un vano sottosella più ampio. Naturalmente, a trasformare di più l'aspetto del Sym Jet 14 Evo, è "lo sguardo", che ora adotta l'illuminazione full LED. Molto belli anche i nuovi indicatori di direzione a LED sequenziale, che mettono in rissalto uno stile sportivo. Inoltre, il nuovo scooter è dotato di specchietti retrovisore a steli scanalati per ridurre al minimo le vibrazioni.

Il nuovo Sym Jet 14 Evo, è poi dotato di uno strumento LCD ad alto contrasto, per stare al passo con la moda. Il layout delle informazioni è semplice e colorato, oltre che, a detta del costruttore, essere ora più comodo da leggere sia durante il giorno che la notte. Il sistema di accensione è keyless, ed offre sicuramente una migliore esperienza all'utente, rispetto all'accensione tradizionale. Oltre al Keyless 2.0, vi è la modalità di accensione di emergenza, che consente di avviare il motore anche quando la batteria del telecomando è scarica. I tecnici hanno poi rivisto il portapacchi posteriore. Con un design più "artistico", l'integrazione del portapacchi e del manubrio del passeggero offrono una maggiore solidità. Altre modifiche interessano il serbatoio del carburante, che è stato riposizionato nella parte centrale del telaio. Con questa modifica, il pilota può fare rifornimento senza aprire la sella e il vano sottosella è stato così ampliato. Infine, abbiamo la ricarica rapida 3.0, una tecnologia che consente di caricare i dispositivi alimentati a batteria molto più velocemente rispetto allo standard USB. Invariato il motore da 149 cc in grado di sviluppare 10.5 kW a 8.500 giri/min.

Sym Joymax Z+ 2023

Il nuovo Sym Joymax Z+ 2023 è stato costruito per offrire le giuste prestazioni in città. Sym ha in programma di rendere Joymax Z+ ancora più competitivo sui mercati globali, ed è per questo che ha aggiornato diverse parti, rendendolo più tecnologico e migliorando l'appeal. Tanto per iniziare, è dotato del nuovissimo cruscotto TFT che consente di vedere tutte le informazioni importanti di cui si ha bisogno a colpo d'occhio. Si avvia poi senza chiave, visto che abbiamo il sistema Keyless 2.0. Naturalmente, ha la modalità di accensione di emergenza che consente di avviare il motore anche quando la batteria del telecomando è scarica. La linea angolare e il taglio geometrico mostrano vividamente uno stile dinamico e sportivo. Il nuovo design su entrambi i lati del corpo crea uno stile unico. Abbiamo poi l'illuminazione a LED, con quella posteriore rivista completamente, così come all'anteriore, ed un parabrezza regolabile su due posizioni, tramite l'apposito strumento. Questo particolare, consente di ottenere la corretta protezione dal vento in base alle esigenze del pilota. Lo schienale è poi regolabile sue due posizioni e consente all'utente di impostare la posizione dello stesso secondo le proprie esigenze.


Arriva poi il sistema di controllo della trazione (TCS). Il TCS tenta di evitare che la ruota posteriore scivoli, tenendo a bada i 19.1 kW di potenza del mootore monocilindrico da 278 cc (il raffreddamento è a liquido). Il sottosella poi, ha una capacità di 48 litri, abbastanza grande da contenere tutto il necessario per il viaggio, inclusi due caschi. Non manca la possibilità di montare un bauletto aggiuntivo. Segnaliamo infine, la presa di ricarica rapida QC 3.0, che non solo offre l'efficienza di ricarica, ma migliora anche il problema del riscaldamento del dispositivo durante la ricarica stessa.

Sym Joyride 16 300 2023

In risposta alla crescente domanda nel segmento degli scooter da 300 cc, Sym introduce sul mercato Joyride 300, scooter compatto, agile e pratico. Inoltre, è disponibile anche la versione con ruote alte il Sym Joyride 16 300. Con queste due versioni, la serie Joyride 300 va a coprire l'ampia gamma di esigenze dei clienti. Per Sym, sarà il nuovo modello più competitivo nel mercato globale. Lo scooter vanta il sistema di controllo della trazione (TCS), ed un parabrezza regolabile su due posizioni che mira a ridurre la pressione del vento contro il rider. Lo scomparto anteriore, consente allo scooterista di riporre all'interno telefoni, portafogli o gadget. Qui è anche possibile trovare la presa di ricarica USB. Ora abbiamo l'illuminazione full LED (faro anteriore, fanale posteriore, indicatore di direzione e luce di posizione). E' poi prevista la ricarica rapida 2.0, ed un nuovo strumento LCD. Non manca il sistema Keyless 2.0, più orientato all'utente e più facile da usare. Ha la modalità di accensione di emergenza che consente di avviare il motore anche quando la batteria del telecomando è scarica.

Sym Jet X

Sym ha pensato di creare il modello di punta della serie Jet, il Jet X, dotandolo però di caratteristiche superiori rispetto ai soliti 125 cc. E' sportivo, sì, ma vuole essere comodo e più sicuro. Di quest'ultimo aggettivo, fa parte ad esempio il sistema di controllo della trazione (TCS). Come altri scooter della gamma Sym poi, il Jet X offre il sistema Keyless 2.0, più orientato all'utente e più facile da usare. Ha la modalità di accensione di emergenza che consente di avviare il motore anche quando la batteria del telecomando è scarica. La sella, ora adotta dei particolari di colore rossi, rendendo il nuovo sedile, costruito con una trama premium, più sportivo. Sym ha poi previsto una nuova protezione per la marmitta, scarico che, lavora in simbiosi con un motore a quattro valvole raffreddato a liquido (sviluppa una potenza massima di 9.3 kW a 8.000 giri/min). La sospensione posteriore può poi essere regolata in base alle esigenze del pilota. Interessante la luce di controllo di emergenza, che viene utilizzata principalmente in caso di emergenza per avvisare i veicoli dietro nelle brusche frenate.

Sym MMBCU 2023

Un modello completamente nuovo di Sym, è il primo modello della serie "CU": MMBCU. "CU" è l'acronimo di "Crossover" e "Unico". "MMB" sta per "Mamba". MMBCU simula infatti l'immagine del mamba, come le squame del serpente ed il motivo della pancia del serpente sul corpo. MMBCU adotta anche una nuova tecnica di rivestimento del colore, che rende i colori diversi nel diverso ambiente di illuminazione, proprio come i serpenti mamba che possono adattarsi a vari ambienti. L'illuminazione è full LED (luce frontale/luce di posizione/luce indicatore di direzione/luce posteriore) e lo scooter è dotato di uno strumento LCD ad alto contrasto. Il layout delle informazioni è infatti semplice e chiaro, ed è comodo da leggere per il pilota durante il giorno e la notte. Per lui, abbiamo il Sistema di controllo della trazione (TCS) che tiene a bada gli 11.6 kW eerogati a 8.000 giri/min del motore da 158 cc. Privato del telaio DRG, lo spazio pratico viene ampliato. MMBCU possiede una capacità di 28 litri sotto il sedile (abbastanza grande da contenere un casco integrale e l'essenziale per viaggiare).

Il triangolo (manubrio, sedile e pedana piatta) crea una posizione ottimale per la guida. Il poggiapiedi nella parte anteriore offre uno spazio per posizionare le gambe del pilota nella posizione più naturale e rilassata, che può ridurre l'affaticamento durante la guida su lunghe distanze. La sella è in schiuma ad alta densità e la superficie allargata garantiscono una guida confortevole, soprattutto per i viaggi più lunghi. Segnaliamo poi il sistema di sospensione motore antisollevamento (A.L.E.H). Con questo speciale sistema di sospensione del motore, la stabilità di guida di MMBCU può essere migliorata durante l'apertura dell'acceleratore. Citiamo infine il sistema di avviamento e generatore a resistenza zero (Z.R.S.G). L'alternatore aziona direttamente l'albero motore per avviare il motore. Pertanto, MMBCU può essere avviato in modo fluido e silenzioso. Con questa tecnologia avanzata, la corsa non è solo sicura ma anche ecologica.

Articoli che potrebbero interessarti