Tu sei qui

VIDEO - Live da EICMA: Yamaha Tracer 9 GT+ 2023

La nuova Tracer 9 GT+ è dotata di elettronica che include radar a onde millimetriche, Adaptive Cruise Control, Unified Brake System, sospensioni elettroniche e molto altro ancora

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Yamaha ha pensato implementare la sua Tracer 9, moto che già offre le prestazioni, comfort e versatilità per soddisfare la voglia di viaggiare di qualsiasi motociclista. Basandosi sui punti di forza dei modelli precedenti, la nuova Yamaha Tracer 9 GT+ è dotata di una gamma di tecnologie all'avanguardia pensate per trasformare ogni viaggio con un livello di versatilità e controllo prima inimmaginabili. Dotata di elettronica all'avanguardia completamente integrata che include un radar a onde millimetriche, il controllo adattativo della velocità (ACC, Adaptive Cruise Control), il sistema di frenata unificato (UBS, Unified Brake System) collegato al radar, sospensioni elettroniche e modalità di guida intelligenti, nonché un quadro strumenti TFT connesso e la navigazione Garmin completamente integrata, la nuova Tracer 9 GT+ è pronta a inaugurare una nuova era che porterà l'esperienza dello Sport Touring a un livello successivo.

Controllo adattivo della velocità (ACC)

La Tracer 9 GT+ è la prima Yamaha dotata di un sistema di controllo adattativo della velocità (ACC), un sistema avanzato che offre tutti i vantaggi del cruise control oltre alla possibilità di mantenere automaticamente una distanza fissa dal veicolo che precede. Con il nuovo sistema ACC un radar a onde millimetriche integrato misura costantemente la distanza dal veicolo che precede la moto. L'ACC controlla automaticamente la velocità di crociera, la decelerazione e l'accelerazione per adattarsi di volta in volta alle condizioni stradali. L'ACC è regolabile e, quando la moto è in movimento, il guidatore può selezionare una delle quattro opzioni di distanza di sicurezza in base alle proprie preferenze: per la distanza di sicurezza più breve viene visualizzata una sola barra, mentre per quella più lunga vengono visualizzate quattro barre. L'ACC offre una serie di vantaggi, ad esempio riduce l'affaticamento del motociclista poiché richiede meno interventi, migliora la qualità della guida mantenendo una distanza di sicurezza costante e, inoltre, favorisce un flusso di traffico più scorrevole. Quando il sistema ACC è attivato, sul nuovo display TFT da 7 pollici, viene visualizzata un'icona verde (grigia in modalità di standby) e da 1 a 4 barre bianche sotto l'icona per confermare la distanza di sicurezza selezionata. Quando l'ACC determina che la moto è troppo vicina al veicolo che la precede o se rileva che lo stato di accelerazione/decelerazione corrente porterà la moto ad avvicinarsi troppo, sul display apparirà l'icona della richiesta di intervento per avvisare il motociclista che è necessaria un'azione appropriata per mantenere la distanza adeguata.

L'ACC funziona tra i 30 km/h e i 160 km/h: nelle marce 1a e 2a da 30 km/h, nelle marce 3a e 4a da 40 km/h e nelle marce 5a e 6a da 50 km/h. La velocità può essere aumentata o diminuita con incrementi di 1 km/h o 10 km/h premendo una volta o tenendo premuto l'interruttore di regolazione. L'ACC viene disattivato se si frena o si tira la leva della frizione per più di 1 secondo o se si ruota in avanti la manopola dell'acceleratore fino al fine corsa. Lo stato dell'ACC viene visualizzato in tutte le modalità dello schermo, inclusa la modalità di navigazione, e fornisce un ulteriore aiuto al motociclista per migliorare la sua esperienza di guida, soprattutto sulle autostrade molto trafficate. Oltre a mantenere una distanza di sicurezza preselezionata, l'ACC dispone anche di una funzione di assistenza in curva che impedisce l'aumento di velocità quando il sistema rileva che la moto è in curva e, se il radar rileva un veicolo che precede, limita anche il livello di accelerazione. La funzione di assistenza nel sorpasso dell'ACC consente alla Tracer 9 GT+ di accelerare in modo più fluido, quando rileva che l'indicatore di direzione della moto è acceso e che la moto sta per effettuare un sorpasso. L'ACC è integrato con il motore e le sospensioni elettroniche. Per mantenere la distanza pre selezionata dal veicolo che precede, il freno motore e i freni vengono attivati, in questo ordine, per rallentare la moto. Allo stesso tempo, viene regolata la forza di smorzamento delle sospensioni elettroniche per ridurre l'eccessivo beccheggio quando si azionano i freni per mantenere la stabilità.

Grazie alla sua capacità di intervenire automaticamente e regolare la velocità, l'apertura dell'acceleratore, il freno motore, la frenata e le sospensioni quando si segue un veicolo, così come in curva e in fase di sorpasso, il sofisticato sistema ACC offre un'esperienza di guida naturale e fluida. Utilizzata per la prima volta su una Yamaha, questa tecnologia elettronica all'avanguardia porta il comfort in autostrada a un livello completamente nuovo. L'ACC è molto facile da usare e riduce gli sforzi mentali e fisici del guidatore, oltre a fornire maggiore comfort e praticità, per una qualità di guida senza precedenti, facendo della Tracer 9 GT+ la Sport Tourer Yamaha per eccellenza.

Sistema di frenata unificata assistita con collegamento radar

La Tracer 9 GT+ è il modello di punta della gamma Sport Touring di Yamaha ed è stata scelta per il debutto di una serie di tecnologie innovative e all'avanguardia, tra cui il primo sistema di frenata unificata (UBS, Unified Brake System) con collegamento radar nel mondo del motociclismo. Il nuovo sistema offre una maggiore capacità di controllo utilizzando i dati del radar a onde millimetriche e dell'IMU (Inertial Measurement Unit) a 6 assi per assistere il guidatore e regolare le forze di frenata , tramite il gruppo idraulico Bosch che ottimizza il controllo dell'impianto frenante. Nel sistema di frenata unificata con collegamento radar ci sono tre elementi principali che entrano in funzione solo quando è attivato il BC (Brake Control). In primo luogo, l'assistenza alla frenata interviene quando il sistema rileva che una collisione è imminente. In secondo luogo, l'assistenza alla frenata anteriore/posteriore regola le forze frenanti su entrambe le ruote per una decelerazione stabile. In terzo luogo, il controllo della frenata in curva regola automaticamente la forza frenante per impedire lo slittamento delle gomme durante l'inclinazione della moto. Il sistema di frenata unificata con collegamento radar è collegato alle sospensioni elettroniche e, oltre ad assistere e regolare le forze frenanti anteriori e posteriori, regola anche lo smorzamento delle sospensioni anteriori e posteriori per mantenere la stabilità. L'ABS funziona sempre sia se il BC è attivato o disattivato.

Nuovo display TFT  7 pollici a colori

I motociclisti della Tracer 9 GT+ possono scegliere tra tre diversi temi dello schermo con il nuovo display TFT a colori ad alta luminosità. Ogni tema dello schermo trasmette una sensazione diversa e si adatta a diversi stili di guida e alle preferenze personali. Con opzioni che offrono un aspetto chiaro e moderno, uno stile sportivo essenziale o un'identità visiva ispirata all'ideale per lo sviluppo di Jin-Ki Kanno di Yamaha, c'è un tema grafico adatto a ogni motociclista. In tutti e tre i temi, l'ACC è posizionato in modo da permettere al guidatore di vedere immediatamente la distanza impostata e la velocità selezionata. Per un'esperienza di guida migliorata, la connettività per smartphone sulla Tracer 9 GT+ viene fornita di serie. Una Communication Control Unit consente ai motociclisti di connettere il proprio smartphone alla moto utilizzando l'app MyRide gratuita di Yamaha. La connessione può essere effettuata tramite USB, Wi-Fi o Bluetooth e, una volta connesso, il motociclista può vedere informazioni su chiamate in arrivo, e-mail e messaggi sul quadro strumenti TFT. Il guidatore e il passeggero possono anche ascoltare musica e rispondere alle chiamate con auricolare connesso tramite Bluetooth, aggiungendo una nuova dimensione a ogni percorso, sia che si tratti di viaggi lunghi o di brevi distanze per andare al lavoro. La Tracer 9 GT+ consente anche di accedere a una serie di menu e funzioni utilizzando i nuovi comandi ergonomici sul manubrio, e quando la moto non è in movimento, sul nuovo display TFT da 7 pollici a elevata luminosità vengono visualizzate una serie di informazioni, dalle previsioni meteo alle notifiche.

Nuovo sistema di cambio elettronico di 3a generazione integrato con ACC

A differenza dei sistemi di controllo della navigazione tradizionali che si disattivano quando un motociclista usa la frizione o cambia marcia, la Tracer 9 GT+ consente di cambiare marcia usando il nuovo sistema di cambio elettronico di 3a generazione anche quando l'ACC è attivato. Questa nuova Sport Tourer è la prima Yamaha ad essere equipaggiata con il sistema di cambio elettronico di 3a generazione che offre una gamma ancora più ampia di funzionalità, consentendo di scalare senza usare la frizione a una marcia inferiore o a una marcia. Ad esempio, se il motociclista sta guidando con l'ACC attivato a 100 km/h con la 6a ingranata e viene automaticamente rallentato da un'auto che lo precede, può scalare una marcia per adattarsi alla velocità di guida ridotta senza che l'ACC si disattivi. Allo stesso modo, quando guida in discesa con l'ACC in una marcia più bassa, il motociclista può inserire una marcia superiore per ridurre il freno motore senza perdere l'ACC. Per una sensazione di guida naturale, il sistema di cambio elettronico di 3a generazione non funzionerà in determinate situazioni in cui i regimi del motore sono estremamente bassi o alti e anche quando la moto non sta accelerando né decelerando. In queste circostanze, l'icona del sistema di cambio elettronico sulla nuova strumentazione TFT indicherà se è possibile o meno utilizzare tale sistema e, una volta modificata la velocità o il regime di giri, il sistema riprenderà a funzionare.

Sospensioni semi attive "KADS" a controllo elettronico KYB integrato

La Tracer 9 GT+ è dotata delle più avanzate tecnologie di controllo elettronico disponibili su qualsiasi moto Yamaha di serie, sottolineando l'impegno di Yamaha nella categoria Sport Touring. Il sistema di sospensioni a controllo elettronico (KYB Actimatic Damper System) di nuova generazione è stato sviluppato in collaborazione con KYB ed è progettato per offrire prestazioni sportive emozionanti e una guida estremamente confortevole. Questo sistema di sospensioni  completamente integrato è regolato dal sistema IMU a 6 assi che monitora vari sensori e regola automaticamente le forze di smorzamento tramite il gruppo idraulico (HU) e il gruppo di controllo delle sospensioni (SCU). Il sistema  può essere impostato in modalità Sport o Comfort ed è in grado di adattarsi a un'ampia varietà di stili di guida regolando costantemente le forze di smorzamento in base alle condizioni di guida. Analizzando i dati IMU, tra cui l'angolo di inclinazione e l'accelerazione della moto, questo sofisticato sistema di sospensioni offre un'elevata qualità di guida con una tenuta di strada ineguagliabile e consente di provare forti emozioni. Il livello di sicurezza fornito conferma Tracer 9 GT+ come la Sport Tourer per eccellenza di Yamaha. Come tutti gli altri sistemi elettronici presenti su questa moto altamente performante, le sospensioni KYB sono completamente integrate per garantire sempre una stabile capacità di manovra e operano insieme all'ACC, al sistema di frenata unificata con collegamento radar. Le caratteristiche delle sospensioni a controllo elettronico sono determinate anche dalla scelta delle modalità di guida e le impostazioni di smorzamento vengono regolate immediatamente tramite un solenoide per ottenere una guida fluida e confortevole in diverse condizioni di carico e di guida.

Modalità D-MODE

La Tracer 9 GT+ dispone di una sofisticato D-Mode (mappe motore) che è ora completamente integrato con il sistema IMU a 6 assi della moto e con una serie di sistemi di assistenza al pilota sensibili anche all'inclinazione. In precedenza, il D-Mode funzionava in modo completamente separato sui vari sistemi elettronici di assistenza al pilota a controllo elettronico ed era necessaria una regolazione individuale. Questo nuovo sistema è più intuitivo e molto più facile da capire e utilizzare. Il motociclista ha la possibilità di scegliere una delle quattro modalità di guida integrate: "Sport", "Street", "Rain" o "Custom". Tutte funzionano insieme al D-mode, al controllo della trazione, al controllo dello slittamento, al controllo dell'impennata e al freno idraulico delle sospensioni elettroniche, per garantire una maggiore capacità di controllo in diverse situazioni di guida. Le opzioni "Sport", "Street" e "Rain" hanno impostazioni con diversi livelli di intervento per adattarsi alle diverse condizioni e queste modalità preimpostate sono state sviluppate dai progettisti Yamaha sulla base del feedback dei collaudatori. La quarta opzione, "Custom", permette al pilota di selezionare manualmente le proprie impostazioni di intervento per i vari sistemi elettronici di assistenza e di salvarle come modalità personalizzate.

Non mancano dei nuovi interruttori ergonomici  retroilluminati, un sella regolabile in altezza ed un freno a disco posteriore maggiorato (diametro aumentato di quasi il 9%). Per sottolineare la sua posizione di Sport Tourer Yamaha più raffinata e desiderabile, la Tracer 9 GT+ è disponibile in due esclusivi schemi cromatici: Icon Performance e Power Grey. Il motore non cambia, ovvero l'890 cc CP3. L'illuminazione è poi un sistema a LED completo e i sofisticati fari adattivi di Yamaha sono di serie sulla Tracer 9 GT+. Quando la moto viaggia a 5 km/h o più velocemente e l'angolo di inclinazione supera i 7°, i fari adattivi illuminano automaticamente l'interno della curva, sia con un fascio luminoso basso che alto, illuminando un'area della strada più ampia. Infien, l'ampio plexi regolabile su 10 posizioni e le manopole riscaldate regolabili su 10 livelli rendono più piacevoli anche le lunghe distanze. Yamaha offre anche una sella riscaldata confortevole come accessorio originale, con 10 livelli di temperatura selezionabili.

Articoli che potrebbero interessarti