Tu sei qui

Le entry list 2023: la MotoGP parla solamente spagnolo e italiano

Le due nazionalità dominano lo schieramento a discapito dell'internazionalità: 16 piloti su 22. Per l'Italia in Moto2 debutta Foggia e in Moto3 Farioli

MotoGP: Le entry list 2023: la MotoGP parla solamente spagnolo e italiano

Share


Sono state pubblicate oggi le entry list per le tre classi nel 2023. La novità più grande per la MotoGP è che, con l’addio di Suzuki, lo schieramento perderà due piloti, passando dai 24 attuali ai 22 del prossimo anno.

Gli italiani saranno presenti in forza, con Bagnaia e Bastianini coppia azzurra nel team ufficiale Ducati e Morbidelli in quello Yamaha. VR46 ha confermato Marini e Bezzecchi, come Gresini con Di Giannantonio. In totale saranno 6 i piloti tricolori, secondi solo agli spagnoli con 10 presenze. Sommandoli arriviamo a 15, più dei due terzi dello schieramento, non certo un bene per l’internazionalità del campionato. La Francia ha due piloti (Quartararo e Zarco), solamente uno per Giappone, Sud Africa, Australia e Portogallo.

Saranno 30 i partenti in Moto2, classe che è diventata ormai un monomarca  Kalex: a interrompere il monopolio ci sono solamente Boscoscuro e MV Agusta, con due moto a testa.

Per quanto riguarda gli italiani, potremo contare su Arbolino, Vietti, Antonelli e Dalla Porta, mentre Foggia sarà l’unico debuttante azzurro.

In Moto3 la rappresentanza italiana non è così numerosa come in passato e potrà contare su solamente 5 piloti. Il debuttante sarà Farioli, il veterano Fenati, con loro ci saranno Bertelle, Rossi e Nepa. Non hanno trovato una sella per il 2023 né Migno né Surra.

Articoli che potrebbero interessarti