Tu sei qui

MotoGP, Valencia: ultimo ballo per la Suzuki, Suppo: “Orgoglioso del mio team”

La Casa di Hamamatsu si prepara all’addio, Rins: “Darò il massimo per ripagare la squadra”. Mir: “Voglio un weekend senza problemi, per godermi l’ultima gara. La mia Suzuki sarà veloce a Valencia”

MotoGP: Valencia: ultimo ballo per la Suzuki, Suppo: “Orgoglioso del mio team”

Share


Sarà un fine settimana carico di emozioni per il team Ecstar Suzuki, che a Valencia darà il suo addio alla MotoGP. Al Ricardo Tormo, si alzeranno per l’ultima volta le serrande del garage della Casa di Hamamatsu, che spera di congedarsi con una prestazione maiuscola, al termine di una stagione sofferta.

“Questo fine settimana affronteremo l'ultimo ballo qui in Spagna e sarà sicuramente un fine settimana insolito per tutti noi - ha affermato il Team Manager, Livio Suppo - Abbiamo voluto mantenere la testa alta, sin dal momento in cui dal Giappone hanno dato questo annuncio e credo che tutta la squadra sia stata estremamente professionale per tutta la stagione e ne sono orgoglioso. Festeggeremo un ultimo successo tutti insieme”

Parole a cui fanno eco quelle di Alex Rins, che sull’onda degli ultimi risultati positivi - tra cui la vittoria nel GP d’Australia - tenterà di riportare un'ultima volta sul podio i colori del costruttore giapponese, prima di abbracciare la sfida rappresentata dalla Honda LCR.

“Sarà un fine settimana strano e triste, ma sono determinato a fare una bella gara. La mia squadra mi ha dato tutto in questi anni e darò il massimo per ripagarli con un buon risultato per l'ultima volta - ha detto il catalano - Il nostro atteggiamento è sempre stato quello di provarci e di essere felici, quindi arriviamo a Valencia con vibrazioni positive, provando a goderci ogni momento”.

Vibrazioni positive che spera di avvertire anche Joan Mir. Dopo una stagione travagliata, il maiorchino punta a vivere un ultimo weekend senza intoppi, per salutare nel modo migliore la squadra con cui si è laureato Campione del Mondo, proprio a Valencia, nel 2020.

“Voglio mettere tutti i pezzi al loro posto per questo ultimo round, per me e per la mia squadra. Posso essere veloce qui, e anche la mia moto può esserlo - ha chiosato Joan - ma abbiamo bisogno solo di un po' di fortuna per mettere tutto insieme. Ho avuto alcuni problemi ultimamente, come l’episodio di sindrome compartimentale in Malesia e il problema al manometro in Australia, e tutto ciò che voglio ora è avere un fine settimana senza problemi, in modo da poter chiudere questo capitolo con la mia fantastica squadra e godermi l'ultima gara”.

Articoli che potrebbero interessarti