Tu sei qui

MotoGP, Lin Jarvis: "mondiale finito? No, ricordate cosa successe a Rossi a Valencia?"

Il boss Yamaha ha spaventato la Ducati ricordando loro l'esito del mondiale 2006, quando Valentino perse la sfida contro Nicky Hayden pur essendo il netto favorito

MotoGP: Lin Jarvis: "mondiale finito? No, ricordate cosa successe a Rossi a Valencia?"

Share


Il Gran Premio di Valencia per Pecco Bagnaia e la Ducati si presenta come un goal a porta vuota. Il vantaggio dell’italiano sul francese è tale che Fabio Quartararo è costretto a vincere, sperando che il ducatista arrivi 15° o peggio.  Il risultato di 23 punti di vantaggio a favore del pilota della Desmosedici.

Anche nel caso di pareggio, infatti, il campione del mondo sarebbe Bagnaia per il maggior numero di vittorie. Una impresa impossibile…oppure no?

Sull’argomento si è espresso Lin Jarvis, il boss della Yamaha che ha attraversato quello che può essere definito un anno terribile: oltre alle scarse prestazioni della M1, infatti, ha dovuto sopportare le brutte prestazioni di Franco Morbidelli e quelle pessime del team satellite WithU, con il ritiro definitivo di Dovizioso al GP di Misano, l’abbandono dello sponsor ed un 2023 con una sola coppia di Yamaha in pista, visto il passaggio del team di Razali ad Aprile.

Forse per questo Lin ha deciso di rivolgersi ai rivali…’tirandogliela’ con ciò che accadde proprio a Yamaha nell’ormai lontano 2006.

"Siamo ancora in gioco - ha detto - Non si sa mai, ma è chiaro che dobbiamo vincere la gara, cosa non facile. In questa partita può succedere di tutto. Ricordo infatti che nel 2006 andai a Valencia con Valentino Rossi, l'idea era che Valentino vincesse la gara, ma Vale cadde e Nicky Hayden vinse il titolo. So che Valencia è un circuito molto difficile, tutto può succedere. Questo tracciato non è così facile per noi, ma Fabio è partito dodicesimo in griglia a Sepang ed ha finito finire terzo. Con un dito rotto: è stato qualcosa di impressionante. Credo che quella gara gli abbia dato fiducia. Vedremo cosa succederà a Valencia”, ha concluso il manager inglese mentre la concorrenza italiana correva a fare gli scongiuri!

Articoli che potrebbero interessarti