Tu sei qui

MotoGP, Mir: “non avevo forza”, operazione in vista dopo i problemi in Malesia

Il pilota Suzuki è stato vittima di un brutto episodio di sindrome compartimentale, che potrebbe risolvere con un intervento a fine stagione: “È una cosa che capita, ma non così”

MotoGP: Mir: “non avevo forza”, operazione in vista dopo i problemi in Malesia

Share


Il GP della Malesia non è stata una gara semplice per Joan Mir. Dopo un ottimo scatto al via, che gli ha permesso di risalire dall’undicesimo al sesto posto, da metà gara in poi il maiorchino ha iniziato a perdere terreno, condizionato da un problema al braccio, fino a tagliare il traguardo in 19esima posizione.

“Ho avuto un problema di sindrome compartimentale. Questo è un tracciato dove può capitare, perché è molto probante, ma non a questi livelli. Ho perso tutta la forza nel braccio destro” ha raccontato Joan a fine gara.

“È un peccato perché la squadra ha fatto un ottimo lavoro e la moto era forte. Ero competitivo e in gara non ho avuto alcun calo dello pneumatico posteriore. Da un lato sono contento perché abbiamo mostrato un potenziale importante, ma dall’altro episodi come questo non si possono controllare ha continuato il maiorchino, amareggiato per quanto successo. “Ciò che mi rattrista è il fatto che non ho avuto avvisaglie. Parlando con il mio fisioterapista, mi lamento sempre della schiena o del collo, ma mai del braccio”.

L’episodio patito in Malesia ha avuto un’intensità talmente elevata che il pilota della Suzuki ha persino meditato il ritiro, dopo essere finito lungo in Curva 1 a tre giri dalla fine. “Non riuscivo a tirare la leva del freno anteriore - ha raccontato Mir -. C’è stato un momento in cui ho quasi deciso di fermarmi perché non aveva molto senso guidare in quelle condizioni, però volevo finire la gara”.

Voglio consultare il medico perché non posso permettermi che accada di nuovo. Non può essere una ragione per finire il weekend in questa maniera” ha aggiunto il 25enne, che martedì 8 novembre salirà per la prima volta sulla Honda RC213V, durante la giornata di test programmati dopo il GP a Valencia.

La soluzione, a questo punto, potrebbe essere un intervento chirurgico durante la pausa invernale? “Sì, potrebbe essere una buona opzione” ha ammesso Joan, che sospetta che l’insorgere del problema sia dovuto tanto a una modifica alla leva del freno, quanto allo stop causato dall’infortunio alla caviglia patito in Austria.

“Se mettiamo insieme tutti i pezzi, all’inizio del weekend ho suggerito alla squadra di cambiare una leva anteriore. Poi ho avuto anche dei problemi di stomaco che... possono peggiorare un po' le cose” ha spiegato. “Di solito, durante la stagione mi alleno con molte moto. Faccio anche molto motocross e dirt track. Invece, negli ultimi mesi non mi sono potuto allenare nemmeno con la moto e questo potrebbe aver sicuramente creato un po' di problemi”.

Articoli che potrebbero interessarti