Tu sei qui

MotoGP, Martin: "Volevo la vittoria, sono entrato in curva solo 1 km/h più forte"

"Stavo cercando di preservare gli pneumatici e le energie fisiche, ma sono entrato in curva 1 km/h più forte rispetto al giro precedente. Avevo appena cambiato la mappa. Sono rilassato perché posso dire di averci provato"  

MotoGP: Martin: "Volevo la vittoria, sono entrato in curva solo 1 km/h più forte"

Share


La prima vittoria stagionale di Jorge Martin è sfumata sul più bello al Sepang International Circuit. Partito a fionda dalla prima casella, il portacolori Prima Pramac Racing ha impresso un ritmo sul '59 alto imprendibile per chiunque nelle primissime battute della corsa. Ritrovatosi al comando delle operazioni con un margine di vantaggio rassicurante sui compagni di marca, Francesco Bagnaia ed Enea Bastianini, nel corso del settimo giro ha gettato alle ortiche i personali sogni di gloria complice una mesta scivolata. Un epilogo di fine settimana che non rende onore al Campione del mondo Moto3 2018 dopo la mostruosa pole position nelle qualifiche di ieri.

"Sono dispiaciuto, sono entrato in curva solo 1 km/h più forte rispetto al giro precedente - ha detto Martin - stavo cercando di preservare gli pneumatici e le energie fisiche, purtroppo in queste condizioni è semplice commettere errori. Tutta esperienza, una lezione in più per il futuro. Lasciamo la Malesia con la consapevolezza che siamo stati forti questo week-end. Cercheremo di concludere la stagione al meglio per poi focalizzarci sul 2023, so che posso lottare con i top rider della categoria".

Molti piloti hanno sottolineato che il grip non era lo stesso di venerdì e sabato.
"Per me invece il livello era abbastanza buono. Stavo semplicemente gestendo, chiaramente quando corri da solo ci sono più variabili del normale. Può capitare. Nelle ultime quattro gare però siamo stati davvero competitivi, la nostra moto è molto veloce e pertanto guardiamo a Valencia con fiducia".

Il gap accumulato su Bagnaia può averti fatto abbassare la guardia?
"All'inizio avevo 8-9 decimi di margine su Pecco, dopodiché ho portato il vantaggio fino ad oltre un secondo. Sapevo di poter andare via, ho cambiato la mappatura della moto, ma dopo sono scivolato. Oggi volevo soltanto la vittoria. Sono rilassato perchè posso dire di averci provato".

Articoli che potrebbero interessarti