Tu sei qui

SBK, Bautista: “Per poco non finivo pure io a terra con Toprak”

“Sono stato fortunato a non cadere al primo giro di Gara 1. All’inizio non avevo buone sensazioni, ma poi ho fatto ciò che volevo con la Ducati. Il titolo è il frutto del nostro lavoro, ma è ancora presto per cantare vittoria”

SBK: Bautista: “Per poco non finivo pure io a terra con Toprak”

Share


Vittoria, allungo in classifica e un feeling perfetto con la sua Panigale V4R: Alvaro Bautista non poteva chiedere di più alla prima gara di questo fine settimana argentino. “Sono felice perché oggi ho migliorato molto il mio feeling rispetto a ieri. Ringrazio Ducati e la mia squadra che ha lavorato per darmi una moto fantastica. Sono arrivato molto fiducioso alla gara, perché mi sentivo forte già al mattino, poi in Superpole abbiamo fatto dei giri molto veloci. Sapevo di avere un buon feeling e un buon passo, quindi la cosa importante era non fare errori a inizio gara e non restare con troppi piloti intorno” ha affermato Alvaro a fine gara, parlando poi dell’episodio che ha deciso le sorti della corsa, ovvero la caduta di Toprak Razgatlioglu in Curva 12

“Al primo giro ero in testa dopo il contro-rettilineo, ma alla curva successiva sono stato molto fortunato, perché Toprak è caduto davanti a me e, non so se abbia toccato la mia gomma anteriore o sia stata solo una mia impressione, ma era veramente vicino e sono stato fortunato a non cadere a mia volta - ha raccontato Bautista -. Non so se abbia fatto un errore o se era troppo eccitato all’idea di portarsi al comando, visto che qui è molto forte, ma se oggi non fosse caduto, per me era il favorito per la vittoria”. 

“Sono stato fortunato a non cadere, ma è stato un rischio troppo grande per un primo giro - ha aggiunto lo spagnolo -. Mi ci sono voluti un po’ di passaggi per capire cosa era successo, ma fortunatamente sono riuscito a restare nel gruppo di testa, anche se avevo perso delle posizioni. Sapevo di poter essere più veloce, quindi, senza prendere rischi, ho cercato di fare la mia andatura e portarmi davanti”. 

Più che per gli 81 punti di vantaggio in campionato, tuttavia, il portacolori del team Aruba.it Racing Ducati sembra gioire per le sensazioni provate in sella alla sua Ducati, che spera di continuare ad avere anche nei prossimi weekend.

“Sono stato molto costante durante la gara e sono felice anche perché ho scelto la SCX al posteriore e ha funzionato molto bene. Stamattina ero contento con la SC0, ma in Superpole la SCQ non è andata male, quindi ho deciso di correre un piccolo rischio con la SCX e vedere come andava. Più che per la vittoria, sono felice per il feeling che ho ritrovato con la moto” ha concluso il ducatista. “Le corse sono corse. Toprak oggi ha perso molti punti, ma domani tutto può succedere. Dobbiamo essere concentrati e focalizzati sul nostro lavoro e sul mantenere sempre questo feeling. Dobbiamo goderci il momento e non pensare troppo”.

Articoli che potrebbero interessarti