Tu sei qui

SBK, Bautista: “Ho fatto dei cambiamenti sulla Ducati, ma non è andata come speravo"

“È stato un venerdì pieno di cose da fare e non tutto ha funzionato. Dovremo lavorare sulla performance delle gomme, ma non credo saranno un problema. Toprak? Spero di lottare con lui per le posizioni che contano”

SBK: Bautista: “Ho fatto dei cambiamenti sulla Ducati, ma non è andata come speravo"

Share


Si è chiuso con il terzo tempo di giornata il venerdì di Alvaro Bautista, che non sembra essersi preoccupato più di tanto dell’attacco al tempo, in questo primo giorno di prove a San Juan Villicum.

Tanto da fare per il pilota spagnolo, che si è comunque detto soddisfatto del lavoro svolto in entrambe le sessioni di libere. “Questo è stato un venerdì pieno di cose da fare per me, perché tre anni fa con la Ducati non avevo molti riferimenti, quindi stamattina ho fatto due long run per trovarne qualcuno in più e verificare le condizioni della pista, perché questo tracciato è sempre un po’ sporco, specialmente al venerdì mattina” ha raccontato Alvaro.

“Oggi però era molto piacevole. Il grip era molto buono, quindi possiamo essere veloci sin dall’inizio - ha continuato lo spagnolo - . Al pomeriggio abbiamo fatto delle grosse modifiche al set-up della moto e alla scatola del cambio, per vedere se riuscivamo a fare la differenza in curva. Non è andata come speravamo, quindi credo che domani torneremo a usare un set-up più simile a quello del mattino. È stato comunque positivo, perché almeno ci siamo tolti dalla testa alcuni test che volevamo fare, così domani potremo concentrarci sulla performance delle gomme, sul cercare di migliorare alcuni dettagli con l’elettronica ed essere più precisi con il set-up della moto”.

Primo nodo da sciogliere sarà la scelta degli pneumatici da usare in gara, visto che le uscite di oggi con le mescole di sviluppo e quelle di gamma non sono bastate a fornire ad Alvaro delle indicazioni precise sul da farsi. 

“Non ho ancora le idee chiare. Abbiamo provato diverse soluzioni - ha spiegato Bautista -. Al mattino abbiamo usato le gomme standard - la SC0 al posteriore e la SC1 all’anteriore -, mentre al pomeriggio abbiamo provato la A0674 (la morbida di sviluppo ndr.), davanti e la SCX dietro e non ho trovato una grande differenza. Dovremo analizzare i dati”.

“Questa è una pista che non stressa molto gli pneumatici, quello che cambia è più che altro il feeling da uno all’altro - ha continuato il ducatista -. Visto che il degrado qui non è molto elevato, dovremo cercare di usare di più la gomma, dato che noi di solito non lo facciamo molto. Dovremo migliorare la loro performance, ma non credo che le gomme saranno un problema. Sarà una decisione difficile”.

In una giornata così densa di cose da fare, il portacolori del team ufficiale Ducati ha avuto ben poco tempo di studiare gli avversari. Giusto un fugace incontro con Toprak nelle FP2, che Alvaro si auspica di ripetere presto. “Sono stati pochi passaggi, ma io ero davanti e stavo provando il cambio - ha commentato il #19 -. Spero di fare più giri con lui domani e domenica, perché significherebbe lottare per le posizioni che contano in gara”

Articoli che potrebbero interessarti