Tu sei qui

MotoGP, Rins:"l'intuizione di montare una soft ha pagato, il clima è imprevedibile"

Sulla scia della vittoria a Phillip Island, una prima giornata di libere più che positiva per Alex Rins e la sua Suzuki, al suo penultimo GP prima dell'addio. Il clima però rimane imprevedibile, e potrebbe rivelarsi il vero ago della bilancia nella sfida Quartararo/Bagnaia

MotoGP: Rins:"l'intuizione di montare una soft ha pagato, il clima è imprevedibile"

Share


Al termine della prima giornata di libere sul circuito di Sepang, sul quale non si corre dal 2019, Alex Rins segna il secondo miglior tempo nelle combinate con 1.59.576, a poco pù di un decimo dal giro veloce di Binder. La pioggia nel primo pomeriggio sconvolge i piani dei piloti e impedisce poi a molti di essi di migliorare ulteriormente i tempi. Il meteo imprevedibile potrebbe quindi rivelarsi il vero ago della bilancia di un circuito che domenica potrebbe già vedere incoronato il campione del mondo 2022.

Qual è il bilancio della giornata? Sembra che la moto abbia un setup già equilibrato per affrontare il tracciato.
"La prima giornata di libere è stata ottima - inizia Alex Rins - col team abbiamo lavorato bene. Nella prima sessione, col tracciato ancora asciutto, sono stato competitivo sin da subito. Abbiamo deciso subito di provare un giro veloce montando la morbida al posteriore, anche se inizialmente il meteo non dava pioggia nella sessione seguente. Si è rivelata una scelta giusta perché poi è arrivata la pioggia. Durante le FP2 sono comunque riuscito a mantenere un buon passo, il tracciato non era così bagnato dopotutto, perché con questa umidità e queste temperature si è asciugato in fretta. Molti piloti infatti hanno deciso di passare alle slick mentre noi abbiamo preferito non correre rischi".

Quanti giri riescono a sostenere delle gomme da pioggia su un tracciato in queste condizioni?
"L'aderenza era molto buona, migliore che a Phillip island, ma credo che se avessimo corso col tracciato come lo abbiamo trovato nelle FP2, dopo una decina di giri avremmo cambiato le gomme sicuramente".

A Phillip Island molti piloti hanno anche parlato di come le turbolenze generate dalle nuove aerodinamiche siano diventate un fattore da considerare quando si corre in mezzo al gruppo. E' così anche qui a Sepang?
"A Phillip Island, un circuito molto veloce, ho avvertito molto il problema alla curva 10 in uscita dallo scollinamento - ci spiega poi Alex Rins - mentre qui a Sepang il problema è meno presente, e dipende molto dalle singole curve".

Quindi il meteo potrebbe essere l'ago della bilancia in questa penultima gara di campionato?
"Le previsioni stamattina non davano pioggia, che invece c'è stata. Del resto siamo in Malesia, il clima qui è sempre stato imprevedibile".

Articoli che potrebbero interessarti