Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargarò: "L'Aprilia è la stessa dei test, non ci siamo evoluti"

"Guardando ai passi in avanti delle case rivali, abbiamo fatto fatica a rimanere al passo nella seconda metà di stagione. Non è quindi un bilancio interamente positivo, useremo i dati dei test come riferimento". Vinales: "non riusciamo più a trovare trazione, era uno dei nostri punti di forza"

MotoGP: Aleix Espargarò: "L'Aprilia è la stessa dei test, non ci siamo evoluti"

Share


Il circuito di Sepang non accoglie nel migliore dei modi i due piloti del team Aprilia. Entrambi concludono le libere con un risultato simile e deludente, rispettivamente 19° e 20°. Dei problemi tecnici nella sessione mattutina impediscono ai due di approfittare del tracciato asciutto, mentre la pioggia in seguito ne sigilla definitivamente i destini nella prima giornata di libere, consegnando ad Aprilia un lavoro ancora più arduo ed in salita nel resto del weekend.E' tempo anche di bilanci per la casa di Noale, che nella seconda metà di stagione non ha brillato, forse accusando una difficoltà nello stare al passo con l'evoluzione tecnica delle case rivali. Unica nota positiva forse l'aver corso proprio qui i test ad inizio anno, in cui l'Aprilia per la prima volta aveva saputo stupire con le proprie prestazioni, una delle rivelazioni di questa stagione. I due piloti potranno quindi approfittare dei dati dei test per recuperare una parte del lavoro perso del venerdì. Il clima però rimane incerto, ed il penultimo circuito della stagione potrebbe rivelare sorprese inaspettate.

Una giornata di prove libere difficili, con la pioggia nel pomeriggio a complicare il tutto.
"La seconda sessione è stata strana - ci spiega Aleix - il tracciato non era né asciutto né bagnato. Nel complesso il passo era buono ma ci è mancato il giro veloce. Purtroppo la prima giornata di libere non siamo riusciti a sfruttarla a dovere, sopratutto per dei problemi tecnici alle moto nella sessione mattutina, una delle moto aveva un problema con la frizione, la seconda addittura di è spenta. Decisamente non il miglior modo di iniziare un weekend di gara".

Se domani il tracciato fosse asciutto, ci sarebbe modo di recuperare questa giornata persa?
"In condizioni normali ti direi di no. E' sempre difficile recuperare quando il lavoro del venerdì non frutta i risultati sperati. Però siamo in Malesia, è un circuito che mi piace, e potremo utilizzare il setup dei test quindi ho ancora delle buone aspettative".

Rispetto ai test, quanto è cambiata questa Aprilia?
"E' quasi la stessa moto dei test. Durante l'anno abbiamo provato delle componenti diversi, una nuova carena per l'aerodinamica, ma non penso che la useremo qui".

Questo è un bene per la gara, o ti aspettavi comunque una evoluzione durante l'arco della stagione?
"A inizio stagione penso che l'Aprilia fosse la moto più competitiva. In questa seconda metà di stagione invece non siamo riusciti a stare al passo con le evoluzioni delle nostre case rivali, quindi non mi sento di dire che ci sia stato un bilancio positivo".

Cosa si prospetta per l'Aprilia nel 2023? Hai avuto modo di parlare con Albesiano?
"E' il terzo anno consecutivo che soffriamo nella seconda metà della stagione, e sinceramente facciamo fatica ad individuarne le cause. Non credo che sia un discorso legato ai tracciati. Penso che potremo lottare per il titolo anche nella prossima stagione, ma solo a patto di mantenere costanti i risultati durante la stagione".

Il tuo compagno di box ha lamentato un problema di trazione su questo tracciato.
"Non avendo girato molto sull'asciutto non mi sento di dare un giudizio assoluto. Con la mescola dura al posteriore mi è sembrato di averne, ma sentendo le opinioni di molti sembra che un problema in tal senso ci sia".

Maverick: la trazione era uno dei nostri punti di forza

Anche per il secondo pilota dell'Aprilia non è stata una giornata positiva. Nonostante Maverick sembri aver migliorato la sua affinità con la sua moto, nelle ultime gare le sue prestazioni sono risultate opache.
"Ho avuto problemi di trazione al posteriore, come a Phillip Island e come nelle ultime gare - è intervenuto poi Vinales - non riusciamo a capire perché abbiamo questi problemi in questa seconda metà di stagione, e la trazione era proprio uno dei nostri punti di forza. Abbiamo problemi anche in ingresso curva. Ho provato a capirci qualcosa ,provando alcuni setup diversi, cambiando anche la distribuzione dei pesi, ma per ora non ne siamo venuti a capo".

Quale sarà il piano domani in vista delle qualifiche?
"Cercheremo di lavorare ancora con la distribuzione dei pesi, cercando di venirne a capo. Quando ti manca la trazione, dai tutto il gas e senti che manca ancora qualcosa, ed è un qualcosa su cui in quanto pilota non puoi fare nulla. Dovremo lavorare duramente perché su questo circuito una buona qualifica sarà quanto mai decisiva in vista della gara".

Articoli che potrebbero interessarti