Tu sei qui

Moto2, Sepang: Fernandez si conferma al top, ma le FP2 vanno a Gonzalez

Manuel fa segnare il miglior tempo prima dell’arrivo di un violento acquazzone, che ritarda il programma di giornata. 4° posto per Augusto, leader della combinata, mentre Ogura è 5°

Moto2: Sepang: Fernandez si conferma al top, ma le FP2 vanno a Gonzalez

Share


Poca azione in pista nel pomeriggio di Sepang, in cui i protagonisti della classe di mezzo sono stati fermati da un violento acquazzone, che ha causato una lunga bandiera rossa per impraticabilità del tracciato, quando il cronometro segnava 22 minuti alla fine del turno. Una buona occasione per i piloti per saggiare il tracciato il condizioni miste, ma non troppo indicativo sul fronte della classifica combinata, visto che in pochi sono riusciti a migliorare i riferimenti delle Libere 1.

A far segnare il miglior tempo della sessione è stato dunque Manuel Gonzalez, grazie al crono di 2’07”879 registrato prima dell’arrivo della pioggia. Due decimi meglio di quanto fatto da Marcel Schrotter, che ha preceduto Fermin Aldeguer e Augusto Fernandez, staccati entrambi dalla vetta di oltre quattro decimi. Veloce sia sull’asciutto che in condizioni miste, lo spagnolo del team KTM Ajo si prende i galloni dell’uomo da battere, guidando la classifica combinata grazie alla prestazione delle FP1, con cui ha rifilato otto decimi al compagno di squadra Pedro Acosta, secondo, e ben un secondo a Tony Arbolino. 

Al quarto posto delle FP2 troviamo invece Aron Canet, che ha preceduto il leader del Mondiale Ogura e Somkiat Chantra, sesto davanti al vincitore della gara di Phillip Island, Alonso Lopez. Si conferma migliore degli italiani Tony Arbolino, che chiude il turno in nona posizione, seguito da Celestino Vietti. Per quanto riguarda gli altri piloti azzurri, troviamo 15° Lorenzo Dalla Porta, 19° Nicolò Antonelli e 25° Alessandro Zaccone.

A fine giornata sono quindi Fernandez, Acosta, Arbolino, Gonzalez, Ogura, Shrotter, Arenas, Chantra, Dixon e Aldeguer a centrare l'accesso virtuale alla Q2.

Venerdì da dimenticare per Kasma Daniel, incappato in una brutta caduta sul bagnato, dopo aver perso il turno del mattino per un problema tecnico. Non ha invece preso parte alla sessione Barry Baltus, fermato dalla frattura del tallone sinistro, riportata in un incidente con Aront Canet nelle FP1.

La classifica combinata

 

Articoli che potrebbero interessarti