Tu sei qui

MotoGP, Vinales: "Il mondiale finirà quando non ci saranno più punti a disposizione"

"Tutti sono davvero stanchi, la stagione si sta rivelando impegnativa, a cui si aggiunge la pressione per la conquista del titolo. Non solo i piloti, pure i meccanici. Aleix ha un'ottima chance, lo stesso Pecco e Fabio"    

MotoGP: Vinales: "Il mondiale finirà quando non ci saranno più punti a disposizione"

Share


Dopo la debacle di Phillip Island, Aprilia punta al riscatto questo fine settimana. Con Aleix Espargarò che, complice i 27 punti (su 50 ancora in palio) di distacco dal capo-classifica di campionato Francesco Bagnaia, difronte a sé vede la gara del definitivo "dentro o fuori" per le sorti dei propri sogni iridati. Anche però con Maverick Vinales che, a fronte di un consistente tratto centrale della stagione, nelle ultime uscite è parso smarrito. Sulla carta, il Sepang International Circuit è un tracciato in grado di esaltare le caratteristiche della RS-GP, come testimoniato dai risultati dei test ufficiali disputatisi lo scorso mese di febbraio. Lo sa bene "Top Gun".

"Le motivazioni sono buone. A parte i test di inizio anno (5° nella combinata dei due giorni, ndr), per lottare per la prima fila dobbiamo cercare di rendere la moto più simile a come si è comportata ad esempio nella FP4 di Phillip Island - ha ammesso Vinales - siamo pronti, ho avuto modo di conoscere meglio moto e team. Chiaramente in Australia ci aspettavamo di stare davanti, ma a questo modo abbiamo portato a casa informazioni utili in ottica futura".

A proposito di Australia: siete riusciti a capire l'origine del problema accusato in gara?
"Gomma anteriore completamente distrutta e anche quella posteriore non riversava in buone condizioni. Dei cambiamenti a livello di set up potrebbero aiutarci in tal senso, possibilmente con cui mi sento a mio agio. Dobbiamo prendere spunto dal set up da bagnato perché con quello da asciutto non ho le stesse sensazioni".

Sorpreso?
"Non così tanto. Nella FP4 è accaduta la stessa cosa con la gomma hard, dopo appena cinque giri. Senza dimenticare che in Australia tutti i tipi di mescole avevano una carcassa molto più morbida. Forse non abbiamo prestato troppa attenzione a questo aspetto. L'elevata temperatura dell'asfalto ha contribuito a distruggere la gomma".

Pensi che i giochi-campionato termineranno questo fine settimana?
"Il mondiale finisce quando non ci sono più punti a disposizione. Tutti sono davvero stanchi, la stagione si sta rivelando impegnativa, a cui si aggiunge la pressione per la conquista del titolo. Non solo i piloti, pure i meccanici. Aleix ha un'ottima chance, lo stesso Pecco e Fabio. Sono convinto che Aprilia andrà bene qui".

Articoli che potrebbero interessarti