Tu sei qui

SBK, Rea e Kawasaki con le spalle al muro: in Argentina serve una reazione

Johnny non si nasconde: “La pista di San Juan mi piace ma ci sono diverse aree da migliorare sulla Kawasaki, soprattutto la seconda parte di gara”

SBK: Rea e Kawasaki con le spalle al muro: in Argentina serve una reazione

Share


Johnny Rea arriva in Argentina con ben 82 punti da recuperare nei confronti di Alvaro Bautista. Tra Barcellona e Portimao il gap dalle vetta del Cannibale è aumentato, di conseguenza serve tornare a vincere. Una vittoria che il nordirlandese non assapora da ben cinque mesi, ovvero Gara 2 a Estoril.

Da parte sua c’è quindi voglia di riscatto: “Arriviamo al momento conclusivo della stagione – ha detto – sarà un periodo intenso in cui dovremo cercare di migliorare la moto ed essere competitivi. L’ultimo weekend  ha messo in luce alcune aree della ZX-10RR sui cui serve compiere un passo avanti, cercando soprattutto maggiore competitività nella seconda parte di gara”.

Di sicuro gli stimoli e le motivazioni sono alte da parte di Rea: “La pista di San Juan non è molto utilizzata  durante l’anno – ha ricordato – sarà fondamentale capire il livello di grip al venerdì e in seguito gettare le basi per il weekend. Il tracciato mi piace, così come tutto l’ambiente, cercherò di sfruttare questi fattori per ottenere dei risultati importanti”.  

Articoli che potrebbero interessarti