Tu sei qui

Ecobonus per moto e scooter 2022: al via il 19 ottobre!

Da domani, 19 ottobre, prenderanno il via le prenotazioni. Vediamo chi può richiederlo e che mezzi interessa

Moto - News: Ecobonus per moto e scooter 2022: al via il 19 ottobre!

Share


Le moto a combustione fossile, saranno sempre più penalizzate. Arriva infatti un nuovo stanziamento da 20 milioni di euro per l’ecobonus moto e scooter. Naturalmente, la cosa è stata studiata e messa in atto per incentivare il passaggio alla mobilità 100% green. Il "click day" è fissato per mercoledì 19 ottobre 2022 a partire dalle ore 10. Ovviamente, i concessionari avranno a disposizione la solita piattaforma ecobonus.mise.gov.it , per poter prenotare gli incentivi. Il rifinanziamento degli incentivi da parte del ministero dello Sviluppo economico è stato previsto dal decreto Semplificazioni.

Ecobonus moto e scooter

Come accennato in apertura, va ad aprirsi così una nuova possibilità per sfruttare gli Ecobonus. in particolare per gli incentivi dedicati all'acquisto di moto e motorini elettrici. Abbiamo già parlato del "click day", che come detto partirà dalle ore 10 di mercoledì 19 ottobre 2022. Da domani dunque (mercoledì), i rivenditori di moto e scooter avranno accesso alla piattaforma. Come accennato, dobbiamo questa cosa grazie al Decreto Semplificazioni, con un totale di 20 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico.

A chi si rivolgono gli Ecobonus?

Vediamo a chi è rivolto il contributo. Il contributo è dedicato a chi acquista un veicolo elettrico nuovo delle seguenti categorie: L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e ed L7e. Come sarà calcolato il contributo? Il contributo sarà calcolato su una percentuale del prezzo di acquisto del mezzo. L'incentivo è del 30%, con un tetto massimo di tremila euro (3.000), per gli acquisti senza rottamazione. Diverso è, per chi rottama una due ruote della medesima categoria, con omologazione euro 0, 1, 2 o 3. Se rientrate in questa fascia, infatti, gli incentivi salgono, per ammontare al 40% del prezzo (con un massimo di 4.000 euro). Sono previsti altri limiti. Il mezzo da rottamare, deve essere di proprietà del nuovo intestatario da almeno 12 mesi. In alternativa, può appartenere ad un familiare convivente, di chi effettua l'acquisto.

Articoli che potrebbero interessarti