Tu sei qui

Moto2, Alonso Lopez domina a Phillip Island: vince con una Long Lap Penalty

Sul podio con il pilota di Boscoscuro Acosta e Dixon. Fernandez cade e regala a Ogura il comando in classifica. Giornata nera per gli italiani: nessuno a punti

Moto2: Alonso Lopez domina a Phillip Island: vince con una Long Lap Penalty

Share


A Phillip Island Alonso Lopez ha fatto semplicemente un altro sport rispetto a tutti gli altri piloti. Il pilota di Luca Boscoscuro partiva 3°, ma doveva scontare una Long Lap Penalty. La sua strategia è stata tanto semplice quanto sorprendente: si è messo in testa dopo il via, poi ha impresso un ritmo sostenibile. In due giri e mezzo ha preso 2”8 sugli inseguitori (in quel momento c’era il compagno di squadra Aldeguer alle sue spalle) ed è riuscito a compiere il Long Lap (che gli è costato un secondo e mezzo) senza perdere il comando.

Da lì in poi, è stata una cavalcata solitaria al termine della quale Lopez ha potuto festeggiare la sua seconda vittoria in Moto2, dopo quella a Misano. Sul podio, ha trovato Pedro Acosta e Jake Dixon (che ha dedicato il suo 3° posto a Chrissy Rouse, pilota del BSB recentemente scomparso). "Non so neanch'io cosa ho fatto, ieri ho lavorato bene e ha pagato" ha detto Alonso.

Mentre il pilota d Boscoscuro realizzava il suo assolo, alle sue spalle succedeva di tutto. Il colpo di scena più grande è stato quello della caduta di Augusto Fernandez a 10 giri dalla fine. Lo spagnolo in quel momento era al 3° posto, con Ogura in grande difficoltà, solo 13°. Il pilota di Ajo ha fatto però un errore che gli è costato carissimo, perché il giapponese grazie al 11° posto si è messo in testa al campionato, con 3,5 punti di vantaggio su Fernandez.

Tornando alla classifica, Fermin Aldeguer è finito ai piedi del podio, precedendo in volata Gonzales, Alcoba e Baubier, poi Chantra, Canet e Bendsneyder, che chiude la Top 10.

Giornata d dimenticare per i piloti italiani: l’unico arrivato al traguardo è stato Zaccone, in 16ª posizione. Tony Arbolino ha sprecato una grande occasione, finendo a terra alla curva 8 al 7° giro quando era al 2° posto. A terra sono andati anche Celestino Vietti e Niccolò Antonelli, mentre Lorenzo Dalla Porta è stato costretto al ritiro.

Simone Corsi, invece, è stato coinvolto nelle prime battute di gara in un incidente dopo la caduta di Navarro. Un episodio che ha messo a grave rischio Jorge, rimasto per due giri a bordo pista mentre il personale medico lo soccorreva. La Direzione Gara ha deciso di non esporre la bandiera rossa, una scelta molto discutibile come potete valutare guardando l’immagine qui sotto.

LA CLASSIFICA

Articoli che potrebbero interessarti