Tu sei qui

MotoGP, Mir: “Devo abituarmi al nuovo modo di frenare sulla Suzuki”

“Adesso devo essere più sensibile sulla leva del freno posteriore, perché non posso spingere sulla leva come prima. Oggi potevo anche essere settimo”

MotoGP: Mir: “Devo abituarmi al nuovo modo di frenare sulla Suzuki”

Share


Joan Mir è tornato sulla Suzuki dopo aver saltato gli ultimi due round di Motegi e Buriram. Da parte dello spagnolo c’era curiosità nel capire quali fossero le sue condizioni di salute, considerando lo stop di oltre un mese.

A Phillip Island l’alfiere Suzuki ha concluso il pomeriggio in 12^ posizione, mancando la top ten per soli 63 millesimi. Secondo i riscontri cronometri, i segnali sembrano essere alquanto incoraggianti per il numero 36.

“Oggi sono stato in grado di guidare bene – ha detto – abbiamo apportato alcune modifiche al freno posteriore. Devo abituarmi a questo nuovo modo di frenare, dove non posso esercitare tutto il peso che voglio sulla leva, ma devo cercare di essere sensibile. Il bilancio però è positivo, ma dovremo fare un passo avanti”.

Dove?
“Praticamente in ogni curva. La cosa incoraggiante è che quando spingo i tempi arrivano. Purtroppo ho commesso alcuni errori, complice tra l’altro il fatto che ho trovato altri piloti davanti nell’ultimo giro. Magari anziché 12°, avrei potuto finire 7° guadagnando qualche decimo qua e là”.

L’attenzione torna poi sul freno.
“Sulla seconda moto ho il freno posteriore in mano, il problema è che la leva non è nella posizione che preferisco e quindi  non sono nella posizione in cui voglio, dato che non ho molto spazio di azione. Sono ovviamente consapevole della situazione e dobbiamo lavorare per trovare quella fiducia di cui ho bisogno”.

Adesso testa al sabato.
“Voglio essere fiducioso, consapevole del fatto che serve un passo avanti. Arrivare qua dopo aver saltato le ultime due gare è già una sfida, ma non sono distante dai migliori. Purtroppo sto accusando un po’ di jet lag, perché sono sbarcato in Australia solo mercoledì mattina”.

Articoli che potrebbero interessarti