Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargarò:"la vittoria è l'unica opzione se voglio lottare per il titolo"

Lo spagnolo a tre gare dal termine è a 20 punti di distacco da Quartararo."L'Aprilia? è una moto completa e competitiva in ogni settore. Dopo le scorse due gare difficili, è stato bello sentirmi nuovamente veloce e a mio agio sulla moto in questo tracciato"

MotoGP: Aleix Espargarò:"la vittoria è l'unica opzione se voglio lottare per il titolo"

Share


La prima giornata di prove libere sul circuito di Phillip Island ha visto i due piloti dell'Aprilia tornare ad essere competitivi su un circuito favorevole che ha saputo premiare l'esperienza dei piloti e le prestazioni di una moto equilibrata come l'Aprilia, vera sorpresa di questo campionato. Per Aleix, che in classifica è lontano dal leader Quartararo di soli venti punti, il circuito australiano rappresenta potenzialmente un punto di svolta dopo due gare dai risultati deludenti. A tre gare dal termine del campionato, il circuito di Phillip Island potrebbe quindi riservare un colpo di coda inaspettato dello spagnolo, nuovamente a suo agio sulla moto. Dopo aver segnato il quinto miglior tempo durante le FP1, ha saputo poi migliorare lievemente la sua prestazione sul giro secco portandosi sull'1.29 alto nelle FP2 alle spalle di un ritrovato Marc Marquez.

"Dopo le scorse due gare difficili, è stato bello sentirmi nuovamente veloce e a mio agio sulla moto in questo tracciato - interviene Aleix . Sento di poter nuovamente lottare in testa alla gara".

Come hai ritrovato Phillip Island dopo la lunga assenza dalla MotoGP?
"Il vento era molto forte e freddo, ma ciò che inizialmente mi ha preoccupato maggiormente sono state le chiazze di bagnato nelle curve. Credo che per molti piloti oggi sia stato difficile trovare un buon compromesso tra la velocità ed il non commettere errori. Ogni errore qui può costare davvero caro".

Quanto è stato importante per te iniziare subito col piede giusto qui in Australia?
"E' un'ottima sensazione. In Thailandia è stata dura, in Giappone un po meno, ma in Thailandia ho provato di tutto e non sono riuscito comunque a sfondare la top10. Qui ho optato per una mescola più morbida sull'anteriore per via delle basse temperature, ma domani il tempo dovrebbe migliorare e con una dura sull'anteriore dovrei riuscire a trovare altro margine di miglioramento".

E' soltanto il primo giorno, ma quali sono le tue previsioni per la gara? Fabio sembra avere un buon passo, mentre per ora Pecco sembra più in difficoltà.
"E' ancora presto per dirlo, è un tracciato in cui è semplice commettere un errore e cadere, quindi credo che molti piloti oggi abbiano girato cercando di non correre rischi eccessivi. La cosa interessante è che per la gara penso che al posteriore tutti e tre i tipi di mescola potrebbero essere delle opzioni valide quindi questo potrà fare la differenza. Il mio passo oggi è stato buono ma domani le temperature dovrebbero cambiare e questo cambierà anche le prestazioni dei piloti".

L'aerodinamica farà la differenza?
"Sicuramente l'aerodinamica continuerà ad essere decisiva, ma oggi le temperature hanno fatto la differenza. L'anteriore era molto freddo e non stato facile portare la gomma in temperatura, quindi molto dipenderà da questo fattore. Questo è un circuito in cui il carico sull'anteriore potrebbe essere decisivo in gara".

Quale potrebbe essere il punto di forza dell'Aprilia in questo circuito?
"Ho perso molto tempo nel secondo settore misto, mentre nel resto del tracciato sono competitivo ed il motore ha la potenza di cui ho bisogno. Più è veloce la percorrenza in curva, migliore sarà l'Aprilia in gara".

Cosa chiederesti di più alla tua moto?
"Credo che l'Aprilia abbia un ottimo bilanciamento, sono pienamente a mio agio su questa moto. Da il suo meglio a centro curva, mentre all'apice della curva manca forse un pizzico di accelerazione ma nel complesso è una moto davvero stabile ed equilibrata, sono molto soddisfatto del nostro potenziale".

L'abbassatore potrebbe essere una opzione in gara?
"Credo che lo utilizzerò solamente alla partenza. Col forte vento di oggi la moto si muoveva da tutte le parti, per come stavano le cose questa mattina la parola abbassatore non è neanche sul mio vocabolario. Penso che domani forse le condizioni potrebbero migliorare ma resta una opzione limitata, il circuito è già molto impegnativo e difficile di suo, sarebbe un rischio ulteriore".

Tornando alla classifica, quale sarà il tuo obiettivo in questa gara?
"Non ho altra scelta che cercare di vincere se voglio ancora lottare per il titolo. Venti punti di distacco potrebbero non sembrare una enormità, ma ormai mancano solo tre gare e una vittoria sarebbe l'unica cosa che mi permetterebbe di ridurre le distanze velocemente, perché so che sia Pecco che Fabio daranno anch'essi il massimo per portare a casa dei punti preziosi".

Articoli che potrebbero interessarti