Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Sono a 2 punti da Quartararo, ma il mio approccio non cambia"

"A Phillip Island dovrà lavorare bene e puntare alla vittoria. La pioggia? Ho buone sensazioni anche sul bagnato". Miller torna a giocare in casa: "per la prima volta la mia famiglia mi vedrà dal vivo nel team ufficiale Ducati"

MotoGP: Bagnaia: "Sono a 2 punti da Quartararo, ma il mio approccio non cambia"

Share


Per Bagnaia il bello deve ancora venire e Phillip Island potrebbe essere il posto giusto per superare Quartararo in classifica. Dopo la gara di Buriram, lo separano solamente 2 punti in classifica dal francese e Pecco deve sfruttare lo slancio.

L’unica volta che il piemontese aveva corso in Australia sulla Ducati (nel 2019) aveva finito al 4° posto, il suo miglior risultato di quella stagione. Le premesse per fare bene ci sono tutte, anche se le incognite alla vigilia sono tante, prima di tutte quella del meteo.

Dopo il GP della Tailandia sono tornato a casa per qualche giorno e ora sono pronto ad affrontare questi altri due appuntamenti consecutivi in Australia e Malesia - ha detto Bagnaia - Sono entusiasta di tornare a Phillip Island, un circuito molto veloce dove sono convinto che potremo fare bene. Adesso siamo a due punti da Quartararo, ma questo non cambia il nostro approccio: dobbiamo restare concentrati, lavorare bene a partire dal primo turno del venerdì e puntare alla vittoria in gara. Ora più che mai è importante non commettere errori.

Soprattutto se la pioggia deciderà di… partecipare al Gran Premio.

Vedremo come sarà il meteo. Nell’ultimo GP siamo riusciti a ritrovare buone sensazioni sul bagnato, ma dobbiamo comunque arrivare a domenica pronti ad affrontare la gara in qualsiasi condizione l’obiettivo.

La tappa di Phillip Island è sicuramente speciale per Jack Miller, fresco sposo, che torna a correre in casa. Lo fa, inoltre, in un momento perfetto, dopo la vittoria a Motegi e il podio a Buriram.

Sono davvero molto contento di tornare a Phillip Island e disputare finalmente il mio Gran Premio di casa con il team ufficiale Ducati - il commento dell’australiano - L’ultima volta che abbiamo corso qui è stato nel 2019, e in questo weekend sarà la prima volta che i miei famigliari e i miei amici mi vedranno correre dal vivo vestendo i colori del Ducati Lenovo Team, per cui sono felice e orgoglioso. Arriviamo da un periodo in cui ho trovato un grande feeling con la mia Desmosedici GP: la moto funziona davvero bene e le mie sensazioni migliorano gara dopo gara, perciò non vedo l’ora di scendere in pista e lottare nuovamente per un buon risultato”.

Articoli che potrebbero interessarti