Tu sei qui

SBK, Iniziata la finale del CIV Superbike 2022 a Imola

Ultimo round stagionale del CIV Superbike a Imola, Michele Pirro a caccia del nono titolo tricolore della carriera e in testa nella sessione di prove libere su Luca Vitali. Alessandro Delbianco con alcune linee di febbre

SBK: Iniziata la finale del CIV Superbike 2022 a Imola

Share


Due piloti racchiusi in 36 punti con 75 ancora in palio e in corsa per la conquista del titolo, il tutto in un’inaugurale sessione di prove libere che ha proposto cinque piloti compresi in altrettanti decimi. La finalissima in gara doppia del CIV Superbike 2022 nel suggestivo palcoscenico dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola prospetta molteplici tematiche d’interesse, con le FP1 che non hanno tuttavia rivoluzionato i valori in campo. Intenzionato a mettere in bacheca il nono titolo tricolore della carriera, Michele Pirro ha spiccato il miglior riferimento cronometrico a precedere un sempre più ritrovato Luca Vitali e il diretto rivale per la vittoria finale del campionato, Alessandro Delbianco.

Pirro al top

Sfumato il primo match point della stagione nel precedente round al Mugello tra cadute e problemi tecnici vari, il portacolori di Barni Spark Racing Team ha messo tutti in riga nel turno della mattinata odierna: un chiaro messaggio di come voglia chiudere definitivamente i giochi-campionato già in Gara 1 di domani pomeriggio per diventare così il terzo pilota più vincente nella storia del Campionato Italiano Velocità. Dopo una breve sosta ai box, Michele Pirro ha completato un paio di tornate sul 1’50”0 prima del definitivo 1’49”804, quanto basta per tenersi alle spalle di due decimi Luca Vitali, decisamente rigenerato in questa seconda parte di stagione sulla Honda di Scuderia Improve-Firenze Motor (leggi QUI l’approfondimento).

Delbianco febbricitante

Reduce da tre podi nelle ultime quattro gare, Luca Vitali ha preceduto Alessandro Delbianco, terzo a completare una top-3 multimarca Ducati-Honda-Aprilia. Staccato di mezzo secondo dalla vetta, al contempo il vicecampione in carica di Nuova M2 Racing è costretto a stringere i denti per delle linee di febbre. Nulla di preoccupante, tanto che in questa FP1 è sceso in pista completando nove giri in 25 minuti, ma non il massimo della vita in un tracciato particolarmente tecnico e fisico come quello del Santerno. Specie se in una situazione come la sua dove deve sperare in qualche colpo di scena per recuperare lo svantaggio di 36 punti in campionato nei confronti di Michele Pirro.

Verso la QP1

In attesa della prima sessione di qualifiche in programma nel pomeriggio alle 16:20, questa mattina i saliscendi di Imola hanno esaltato le Panigale V4-R di Lorenzo Zanetti (al rientro dopo l’assenza in quel del Mugello perché impegnato nel Mondiale Endurance) e di Andrea Mantovani, regolarmente al via sotto le insegne di Broncos Racing Team/Vince64 nonostante alcune sparate dei giorni scorsi su un possibile cambio di casacca, rispettivamente quarto e quinto a mezzo secondo dal numero #51. Da segnalare infine l'innocua scivolata di Michal Filla in avvio di turno alla Variante Alta.

Photo credit: Salvatore Annarumma

RISULTATI LIBERE SBK:

Articoli che potrebbero interessarti